"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Sant’Ambrogio – Rinnovo per via de Amicis 49: settembre 2021

L’edificio originario, era stato concepito col classico aspetto dell’edilizia degli anni del dopoguerra ed era abbastanza dignitoso e tutto sommato ben inserito. Venne eretto nel 1956 su progetto di Antonio Cassi Ramelli.

In questi giorni è stato spacchettato dalle impalcature e finalmente, dopo quasi due anni di lavori, l’edificio è quasi pronto.

Il nuovo aspetto ha reso l’edificio più moderno mantenendo l’involucro esterno praticamente uguale o quasi. Sono stati sostituiti i rivestimenti e le balconature.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Tag: Sant’Ambrogio, Via De Amicis, via Ausonio, Riqualificazione,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


13 thoughts on “Milano | Sant’Ambrogio – Rinnovo per via de Amicis 49: settembre 2021

  1. vitell tune

    Forse vi sfugge che hanno sostituito inspiegabilmente le ringhiere originali che erano bellissime così intrecciate. Qualcuno sa dirmi il motivo?

  2. Anonimo

    Rimango sempre più allucinato, c’è gente che spende i soldi per deprezzare il proprio immobile e rendere ancora più brutta la città.

  3. Massy

    I colori che hanno scelto sono davvero tristi! Noto che hanno ingrandito le porte finestre sui terrazzi (questo è positivo)… per il resto, da un pdv estetico, bastava dargli una pulita sscondo me… poi non so se l’intervento è servito anche per alzare la classe energetica, ma sarebbe plausibile

  4. Luca

    Dalle foto sembra che abbiano anche eliminato la svasatura dei balconi, che ora fanno un agolo retto. Questo aumenta ulteriormente la pesantezza dell’edificio, che invece prima si presentava molto più aggraziato.
    Idem per l’eliminazione delle cornici alle finestre: va bene l’eliminazione dei ponti termici, ma una soluzione estetica si sarebbe potuta sicuramente trovare.

  5. Anonimo

    Aggiungiamo un nuovo obbrobrio architettonico in centro . Altra prova di come gli architetti di oggi non siano più all’altezza . Riescono solo a peggiorare l’esistente . Fermateli ! Togliamogli il diploma di affidiamo i progetti a gente capace .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.