"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Volta – Piazzale Cimitero Monumentale: depavimentano!!!

Depavimentazione significa togliere asfalto o pietra alla pavimentazione di un marciapiede o di un tratto di strada in favore di terra, prato e alberature.

Depavimentazione è quella in corso in questi giorni in via Luigi Nono angolo piazzale Cimitero Monumentale a Porta Volta. Un’isola spartitraffico che veniva usata come parcheggio irregolare da tempo immemore.

Più volte ci eravamo chiesti cosa costasse al Comune eliminare quell’asfalto dal marciapiede spartitraffico utilizzato sempre come parcheggio selvaggio e convertirlo in aiuole?

Ebbene finalmente ci siamo: doppio cordolo e terriccio fertile per cambiare aspetto a quest’angolo di Milano.

Referenze immagini: gruppofoschia

Porta Volta, via Luigi Nono, piazzale Cimitero Monumentale, parcheggio Selvaggio, Verde pubblico, Aiuola




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


19 thoughts on “Milano | Porta Volta – Piazzale Cimitero Monumentale: depavimentano!!!

  1. Kwest

    Comunque poi parcheggiano davanti l’ingresso del piazzale del Cimitero in prossimità di via Ceresio dove c’è il fiorista e i dissuasori a scomparsa

  2. Maurizio

    Sono pochi metri quadrati ma è un segnale incoraggiante, molto più importante dell’intervento in sé stesso.

  3. SILVANI

    Sono (erano?) tutte auto dei tranvieri del deposito Messina.
    Posto che l’intervento è sacrosanto, ATM dovrebbe comunque pensare al suo personale che quando inizia il turno alle 4 di mattina o termina alle 2 non ha mezzi.. pubblici!

  4. Anonimo

    Benissimo. Hanno il parcheggio sotterraneo a pochi passi, non deve più esserci pietà per quei maledetti che parcheggiano ovunque, anche sulla piccola pista ciclabile che è sempre occupata abusivamente.

    Sono piccoli segnali che pian piano cancellano l’incivilita. Milano deve essere una città viva e bella, chi vuole condannarla a essere un fetido e enorme parcheggio deve cambiare abitudini.

  5. Anonimo

    scusa, ma nel mondo della civiltà di cui ti proponi d’essere paladino e alfiere ci si esprime abitualmente nel modo ‘civilissimo’ in cui ti esprimi tu?

  6. Wf

    Come ribadiscono in molti di questo blog finalmente tutte quelle auto saranno messe sottoterra nel parcheggio sotterraneo li presente…

    Lasciando libera la superficie per verde e pedoni.

    Tutti contenti.

  7. Albe

    Ma non c’era la storia dei dipendenti atm? Spero gli abbiano comprato gli abbonamenti per il parcheggio.
    Cmq era ora, quell’incrocio sarà sempre una schifezza ma almeno gli si da una forma.
    Hai fatto la metro, oltre i tram, hai fatto un posteggio interrato, un lusso giustificabile con 3 posti attrattivi (vapore, design e monumentale) adesso smantelli tutti i posti illegali o insostenibili e restituisci spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.