"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Roserio – Mind Nuovo IRCCS Galeazzi: aprile 2022

Aprile 2022, aggiornamento fotografico dal nuovo I.R.C.C.S. Istituto Ortopedico Ospedale Galeazzi ormai completato, e realizzato nel nuovo quartiere di Mind nel distretto di Roserio. Ci troviamo per l’esattezza all’interno di quello che fu il sito che ha ospitato l’Esposizione Universale del 2015.

L’edificio, veramente imponente (da alcuni già soprannominato la “Balena Bianca” o il “Grande Termosifone”) si trova accanto a Cascina Triulza e di fronte al carcere di Bollate. Per chi si ricorda: dove erano situati i padiglioni di Repubblica Ceca, Bahrein, Angola, Brasile e Corea del Sud.

Il nuovo ospedale Galeazzi entrerà a pieno titolo tra gli 8 ospedali più alti d’Europa e tra i 75 ospedali più alti del mondo con i suoi 90 metri di altezza, 16 piani e una superficie complessiva di 15mila metri quadrati. Il Galeazzi sarà una parte importante dell’ampio progetto Mind nell’ex Area Expo, l’apertura e l’inaugurazione dovrebbero tenersi a settembre, mentre dal prossimo anno (2023), saranno abitati e operativi. La sua apertura avrà una capacità a regime di circa 600 posti letto.

Nel nuovo quartiere di Mind, sorto dove si è tenuta l’esposizione universale del 2015, ci saranno le grandi funzioni pubbliche oltre al Nuovo Galeazzi, anche lo Human Technopole con i suoi laboratori in parte già attivi (li cui lavori dovrebbero concludersi nel 2026), la sede dell’Università Statale che dovrà essere pronta nel 2025 e la Fondazione Triulza già operativa da Expo in poi. Ma non solo, nell’area Mind c’è anche lo sviluppo privato che si estenderà su una superficie di 480mila metri quadrati col Mind Village e il West Gate con un investimento da parte di Lendlease di 1 miliardo di euro.

In tutto vedrà un investimento complessivo di 4,5 miliardi di euro per un milione di metri quadrati, e vede la partnership tra Arexpo (2 miliardi), la società pubblica proprietaria dell’area e Lendlease (2,5 miliardi), il colosso internazionale specializzato nello sviluppo delle aree urbane (il gruppo australiano che sta sviluppando anche il quartiere di Santa Giulia). 

Sabato 30 aprile e domenica primo maggio sarà possibile visitare il Mind Villageil primo nucleo privato del nuovo distretto dell’innovazione, un’area di circa 15mila metri quadrati che già ospita le prime aziende che hanno scelto l’area come proprio quartier generale.

OSPEDALE GALEAZZI sito in Area Mind

capogruppo:
(ing. Tiziano Binini @ Binini Partners srl)

progettazione architettonica:
(arch. Cecilia Morini @ Binini Partners srl)
(arch. Lucia Mosconi @ Binini Partners srl)
(ing. ed. arch. Francesco De Benedittis @ Binini Partners srl)

progettazione landscape:
(arch. Sara Galeazzi @ Binini Partners srl)

progettazione ingegneria:
(ing. Raffaele Ramolini @ Binini Partners srl)
(ing. Maria Vittoria Tagliaferri @ Binini Partners srl)
(ing. Marco Iotti @ Binini Partners srl)

consulenti progettazione strutturale:
(ing. Arturo Donadio @ SPS – Studio Progetti Strutturali srl)
(ing. Andrea Sala @ SPS – Studio Progetti Strutturali srl)

DL opere in C.A.:
(ing. Maurizio Milan @ Milan Ingegneria SPA)

Referenze fotografiche: Andrea Cherchi

Milano, Roserio, IRCCS Galeazzi, Ospedale, Mind,




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


8 thoughts on “Milano | Roserio – Mind Nuovo IRCCS Galeazzi: aprile 2022

  1. Anonimo

    Ma che fine hanno fatto le fermate della circle line Mind e di via Stephenson che dovrebbero collegare il nuovo polo?

  2. Wf

    La mappa delle piazze di Milano: “Sono 336 in tutta la città, ma la metà è solo per le auto”

    Lo studio di Urban Center, Comune e Triennale rilancia il valore dei luoghi di prossimità come “punto di incontro per la comunità”. Da piazza Maggi regno dei motori al potenziale di piazza Argentina

    23 APRILE 2022AGGIORNATO ALLE 09:18 2 MINUTI DI LETTURA

    La metà delle 336 piazze di Milano non è fruibile per le persone perché ha caratteristiche veicolari, con rotonde, incroci e parcheggi. Dai risultati di una ricerca promossa da Milano Urban Center, Comune di Milano e Triennale emerge che “90 piazze sono un incrocio stradale, 27 sono adibite a parcheggi, e 49 sono puramente delle rotonde”, spiega Diego Terna, architetto partner dello studio Quinzii Terna Architecture.

  3. Anonimo

    Su LinkedIn qualcuno tra i commenti asserisce che questo ospedale consolida il trend di allontanamento degli ospedali dal centro di Milano… Ma l’attuale Galeazzi sa dov’è? Molto più raggiungibile questo dell’attuale. L’unico che verrà allontanato è il Sant’Ambrogio…ma se l’utenza media lo raggiunge in macchina (perché è comodo solo per chi vi abita vicino – io sono tra quelli – mentre con qualunque mezzo pubblico sono almeno altri 5 minuti a piedi) qual è la differenza con l’attuale? Zero

  4. Marco

    La cosa ridicola è che Baranzate che confina con Mind e il nuovo ospedale Galeazzi sembra Bagdad. Fabbriche abbandonate e nessun progetto di riqualifica per le strade e gli edifici, uno schifo totale su cui le istituzioni locali e il comune di Milano – città metropolitana – non hanno mai messo mano. Davvero una vergogna dettata dall’incapacità di governare di certe persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.