"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Rho – Completato il nuovo Teatro Civico Roberto de Silva nell’ex area industriale

Nel cuore di Rhosu un’ex area industriale che, tra l’inizio del Novecento e gli anni ’90, era occupata da aziende tessili e cosmetiche dai nomi evocativi (la Chatillon, La Castellana, Diana de Silva), ha finalmente preso forma ed è stato completato il nuovo grande Teatro Civico Roberto de Silva, oltre a una nuova piazza dedicata ad Enzo Jannacci.

Qui venivano prodotti per la bellezza, profumi, bagni schiuma, creme e deodoranti. La fabbrica era dismessa dal 2004.

Il teatro — dalla facciata contemporanea, l’interno ligneo d’ispirazione wagneriana e gli spazi flessibili per gli eventi — è intitolato a Roberto de Silva, l’imprenditore e marito di Diana Bracco scomparso dieci anni fa: è stato finanziato da Bracco Real Estate ed è proprietà comunale dal 28 luglio scorso. 

Il progetto è stato curato dallo Studio Arassociati ed è stato pensato come un auditorium wagneriano, con una tribuna di 70 posti in palcoscenico che consentirà agli spettatori di assistere ai concerti da dietro, guardando in volto il direttore d’orchestra, nel profondo golfo mistico — come ha raccontato alla stampa Fiorenzo Grassi, fondatore dell’Elfo Puccini e presidente del nuovo teatro con funzioni di direttore artistico —. I posti in sala sono in tutto 550 e sarà un teatro di musica, di prosa e di danza

La colorazione della cittadina di Rho nel primo hinterland milanese e la realizzazione del nuovo teatro rappresenta un’operazione di significativa valenza civica e sociale, rivolta non solo alla cittadina, ma, in senso più ampio, all’intero bacino di utenza lombardo e destinata a soddisfare molteplici bisogni culturali della zona. Coerentemente a tale vocazione, il progetto mira dal punto di vista programmatico alla massima flessibilità di utilizzo della struttura e dei suoi spazi, concepiti per offrire una notevole variabilità di configurazioni e per rispondere in tal modo alle più diverse esigenze funzionali, facendo del teatro un fulcro per la vita culturale e sociale del territorio.

La forma architettonica ne identifica la vocazione iconica e culturale così come la scelta della “pelle” metallica di copertura e dalla trasparenza del vetro, come segno autonomo e riconoscibile che riorganizza il contesto adiacente, agendo sia sulla strada del Sempione, sia verso la nuova piazza pubblica da poco aperta ai cittadini.

La zona in cui si trova il nuovo spazio culturale di Rho non è distante dalla stazione ferroviaria e perciò è anche facilmente raggiungibile da Milano con il passante ferroviario oltre alla fermata della MM1 di Rho Fiera. Si trova all’angolo con via Dante Alighieri, Corso Europa e Via Castelli Fiorenza.

Particolare attenzione è stata perciò dedicata allo studio della sala principale e alla flessibilità di organizzazione dei suoi spazi, risolta in una duplice possibilità di configurazione: da un lato sala tradizionale con fronte scena classico e separazione dal pubblico, dall’altro una sala in cui la scena, integrata al pubblico, offre una maggiore vicinanza con gli spettatori. Lo stesso foyer a doppia altezza è stato pensato come spazio polivalente, articolato in una prima scenografica area di ingresso da cui si accede al piano inferiore. Qui il salone ospitante il bar e la biglietteria è destinato ad accogliere anche mostre ed eventi, grazie alla contiguità con la sala “ridotto”, un ulteriore spazio concepito per spettacoli multimediali dalla capienza più contenuta rispetto alla sala “grande”.

A lato del nuovo teatro dovrebbero esser realizzate delle residenze, ancora a divenire (qui di seguito due rendering delle residenze).

Fonte: Arassociati

Referenze immagini: Google Street View, Arassociati

Rho, Teatro, Cultura, Arassocaiti, auditorium, Teatro Civico Roberto de Silva, piazza Enzo Jannacci.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


9 thoughts on “Milano | Rho – Completato il nuovo Teatro Civico Roberto de Silva nell’ex area industriale

    1. Anonimo

      Di fronte c’è area dismessa ex supermercati superdi chiusa…. Quando potrebbe esserci utile parcheggio per chi va a teatro… Amministrazione comunale toc toc…

      1. Anonimo

        L’idea dell’amministrazione comunale è proprio quella. A quanto pare lì ci sarà un nuovo supermercato, ma la sera i parcheggi saranno a disposizione del teatro.

      2. Gemma

        Cosa stanno costruendo a lato posteriore del teatro? Passata oggi e c’è una gran buca con gli escavatori… Parcheggi sotterranei?

  1. Federico

    Bello, peccato vogliano chiudere il lato su Corso Europa con una cortina di edifici.
    Questo del teatro è un edificio chiaramente destinato ad uno spazio ampio al suo intorno, spero che il risultato finale non sia svilente.

  2. Federico

    Bello, peccato vogliano chiudere il lato su Corso Europa con una cortina di edifici.
    Questo del teatro è un edificio chiaramente destinato ad uno spazio ampio al suo intorno, spero che il risultato finale non sia svilente.
    Si tratta di un risultato veramente importante e speriamo in un cartellone altrettanto significativo, spero anche vi possa suonare una orchestra sinfonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.