"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cinque Vie – Cantiere Santa Marta 1 e Zecca Vecchia 2: gennaio 2023

Aggiornamento di gennaio 2023 da uno dei cantieri più longevi che ci siano a Milano, quello dei due piccoli lotti posti, uno all angolo tra Via Zecca Vecchia (2) e Via del Bollo e l’altro in Via Santa Marta 1, nel cuore antichissimo di Milano, le Cinque Vie

Si tratta dell’oramai consolidato “vuoto” urbano creato quando si volle distruggere il centro storico di Milano negli anni Trenta del Novecento per speculazione e per creare nuove arterie (che nell’articolo della famosa Racchetta troverete spiegazione).

Cominciamo con il cantiere dove sorgerà il nuovo edificio in Via Santa Marta 1. Si svilupperà su un lotto di 247 mq e sarà costituito da cinque livelli fuori terra per 10 appartamenti (1.500 mq), con al piano terra un locale commerciale di 118 mq. Si tratta di un progetto residenziale di nuova costruzione sviluppato da FCMA con un progetto di Arassociati Studio di Architettura.

Il cantiere ha visto l’avvio dello studio del sottosuolo e la messa in sicurezza della parete lasciata a nudo per settant’anni del palazzo di via del Bollo 7, ora in fase di ristrutturazione e restauro.

Qui sotto il palazzo di via del Bollo 7 in restauro.

Passiamo al cantiere di via Zecca Vecchia 2, dove finalmente sono cominciati i lavori di scavo e bonifica. Come si vede sotto il terreno lasciato abbandonato per settant’anni, si trovano i resti di antiche cantine.

Per il progetto di via Zecca Vecchia 2, ancora non è stato divulgato alcun progetto definitivo, solo, per ora, due diversi rendering anche poco esplicativi.

L’edificio di via Zecca Vecchia 2 si svilupperà su un lotto di 247 mq e ha tre livelli fuori terra con al piano terra un locale commerciale di 125 mq e giardino di 117 mq. Si presterà anche ad essere un’abitazione unifamiliare con un piccolo giardino. Ci saranno inoltre parcheggi automatizzati.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi, Arassociati

Cinque Vie, Centro Storico, via Bocchetto, via Zecca Vecchia, via Santa Marta, via Santa Maria Podone, Via del Bollo, Via Santa Maria Fulcorina, residenziale, Arassociati




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


10 thoughts on “Milano | Cinque Vie – Cantiere Santa Marta 1 e Zecca Vecchia 2: gennaio 2023

  1. Anonimo

    Quanto poco rispetto per il quartiere più antico del centro storico.

    Ben vengano le riqualificazioni, ma con un certo criterio.

    Il progetto di via della zecca con la (Jaguar) che sfreccia nel rendering la dice tutta….

      1. Maurino

        Concordo. La versione 2016 è più bella ed elegante. Come sia, è da quando ero bambino che vedo quei due ruderi e mi è sempre parso impossibile che lotti così strategici e sicuramente di gran valore venissero lasciati come fossero residuati di bombardamenti. Piuttosto di così, ben venga anche il progetto del 2022…

  2. Anonimo

    Esatto !

    Questo boom edilizio fa paura.

    Architetti internazionali non lasciateci soli!

    Credo che nonostante la loro cultura sia diversa della nostra saprebbero rendere omaggio alla vecchia* cara Milano con maggiore rispetto.

  3. Anonimo

    Mi sembra che nei centri storici sia ammessa solo la “fedele ricostruzione” oppure la distanza di dieci metri fra pareti finestrate. Qui non vedo né l’una né l’altra. Si tratta di un bluff?

  4. Gabriele

    Ma quel palazzo in via Zecca 2 che ha le finestre come fanno a costruire un altro palazzo attaccato? Su cosa affacceranno? Le chiudono? Mah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.