"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – L’immondezzaio dietro la chiesa

Come si fa a permettere che un luogo si trasformi in un vero immondezzaio sotto casa, a due passi dalla graziosa chiesetta di San Cristoforo? Tutta la via San Cristoforo, a dire il vero, dal ponte ferroviario all’incrocio con viale Troya, dove si trova l’ingresso della Ricicleria Milizie di AMSA, è un immondezzaio, dove alcune persone poco civili stazionano e fanno i loro affari con i materiali riciclati gettando i materiali che non servono in giro tra i cespugli e tra le ferrovie (dove tra l’altro stazionano con delle baracche). Il passaggio a livello a pochi metri dalla chiesa medievale, era dotato di una casetta per il casellante, e guardate come “certa gente civile” ha ridotto quest’angolo che potrebbe essere pittoresco. Prima o poi scoppierà qualche incendio con tutti quei rifiuti sparsi ovunque, se nessuno provvede a risanare e a chiudere per bene questo spazio delle ferrovie. Già pochi giorni fa un uomo è morto e una donna è rimasta ferita dopo essere stati investiti da un treno, camminavano lungo i binari, poco distante si trova un campo nomadi abusivo.

Qui alcuni articoli precedenti che mostrano che la situazione sia così da lungo tempo, col Comune che ripulisce e i nomadi che sporcano.

Il “villaggio Rom” lungo la ferrovia – A chi piace vivere nella spazzatura? – Il casello ferroviario e il degrado

Le foto parlano da sole:

2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_0 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_1 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_1b 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_2 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_3 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_4 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_5 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_6 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_7 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_8 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_9 2016-10-18_passaggio_livello_san_cristoforo_degrado_10




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | San Cristoforo – L’immondezzaio dietro la chiesa

  1. robertoq

    Tutta la zona è purtroppo una discarica abusiva da anni: in Via Pesto (che è la via che collega la Chiesa con la Via Tolstoj) ci son buchi sulla recinzione per buttare di tutto lungo la ferrovia e ci abita anche un bel po’ di gente in macchina, col problema che in macchina non c’è il bagno e quindi potete immaginare il resto.

    Comunque non è l’unica zona di Milano, sai la sorpresa.

    Periodicamente qualcuno si sveglia (il comune, l’assessore, il CDZ, i dirigenti degli show-room di moda li attorno) e arrivano gli sceriffi per due ore: il macello che vedete nelle foto è il risultato di uno sgombero di 10 giorni fa dove han buttato all’aria tutto – purtroppo senza darsi pena di poi pulire e mettere in sicurezza la zona.

    La cosa triste e che a chiunque chiedi è sempre solo responsabilità di qualcun altro il fatto che non cambi mai nulla.

  2. Nic

    Altro che parco degli scali ferroviari, iniziamo a tenere un minimo di decoro delle aree esistenti, non siamo nemmeno in grado di gestire ciò che c’è, è un vero peccato vedere tante zone periferiche ridotte in questo stato

  3. CM

    la situazione è drammatica, e lo era anche quando gli stessi delinquenti stazionavano nella vicina via malaga, ridotta forse anche peggio poichè meno in vista…
    L’unica soluzione radicale è quella di abbattere muri e protezioni che oscurano la visuale di zone oscure, e di imporre l’utilizzo delle aree.
    In questo caso, ad esempio, non si capisce come mai sia così complicato demolire un casello e il suo muro di cinta e mettere due panchine e un lampione…

  4. antonio

    L’area è privata.. sono le ferrovie che devono pulire e non permettere ai nomadi
    di sostare proprio lì…e i Nomadi devono rispettare le regole come tutti.
    Detto questo il Comune dovrebbe multare le ferrovie e far rispettare il decoro, così come gli sgomberi dovrebbero essere definitivi.
    Sembra facile…

  5. marco

    Salve ho inviato una mail a tutti gli assessori della zona 6 con foto scattate il 7/1/17 segnalando anche questo sito che denunciava il degrado gia’ da mesi, allego il testo inviato, vediamo se qualcosa accade…
    TESTO :
    Un saluto da un cittadino della zona 6, volevo segnalare il problema immondezzaio della ferrovia di San Cristoforo, vicina alla bella chiesa medioevale lungo il naviglio a poche decine di metri dove si riunisce il consiglio di zona.

    Adiacente la ferrovia vi e’ l’ingresso della Ricicleria Milizie AMSA, i materiali che i cittadini dovrebbero consegnare agli adetti, vengono spesso prima richiesti da persone organizzate all’esterno della discarica per estrarne materiale e pezzi da rivendere e il resto viene abbandonato sui binari e all’interno del ex casello del passaggio a livello.

    In questo link vi sono foto della ferrovia immondezzaio scattate in ottobre 2016 e anche articoli e commenti.
    http://blog.urbanfile.org/2016/10/23/milano-san-cristoforo-limmondezzaio-dietro-la-chiesa/#comments

    Io in data 7 gennaio 2017 ho scattato altre foto che invio e che purtroppo dimostrano che la situazione e’ ulteriormente peggiorata.

    Domando un interessamento al problema non nuovo, ma che sta assumendo proporzioni preoccupanti sotto l’aspetto del decoro, ma anche igenico sanitario.

    Grazie.

    Marco

  6. Paolo

    Sono passato recentemente dal passaggio a livello e ho visto
    Che stavano finalmente ripulendo l’area adiacente alla ferrovia,
    Dopo anni di degrado (che persiste) e incuria.
    A proposito di sicurezza questa sera, ma penso da parecchi giorni
    L’illuminazione del passaggio a livello e’ completamente spenta,
    Alla faccia della sicurezza, Trenitalia o Trenord che gestisce la linea
    Dove sono? Siamo a Milano non nel terzo mondo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.