"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Darsena – Quella gran lavagna che è la Darsena

Avevamo appena segnalato, solo il 16 ottobre scorso, l’ennesimo scempio dei soliti imbrattamuri alla Darsena, ed ecco che sono comparse altre scritte, questa volta accompagnate da slogan sociali e politici. Insomma, questi bei muri della Darsena non invecchieranno mai, tante sono le volte che AMSA o chi per essa ha dovuto ripulire questi muraglioni costruiti per ricreare l’effetto delle mura spagnole dei bastioni.

Sui mattoni tempo fa erano stati stesi degli strati di vernice speciale trasparente che rende, in teoria, più semplice la pulitura ma che a forza di passarci per pulire, oramai è quasi inutile.

Forse, cari nostri governanti, se non si fa qualcosa per il fenomeno più esteso delle tag, gli scarabocchi su palazzi e monumenti che da decenni stanno rovinando ogni muro della città, questa lotta ai vandali non avrà fine.

Ricordiamo la teoria del vetro rotto.

Foto pagina Facebook Assessore Carmela Rozza

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


15 thoughts on “Milano | Darsena – Quella gran lavagna che è la Darsena

    1. Alice nel paese delle meraviglie

      Pulire non e’ l’unica soluzione. Bisogna insegnare a non sporcare! Tanti insegnanti sanno benissimo chi sono, anche i presidi. Si riconoscono dalle tag

    1. Armando Cacialli

      Concordo pienamente perché altri muri si sono salvati grazie ai rampicanti che, oltretutto, hanno un bell’impatto visivo. Per quanto riguarda gli imbrattatori, oltre a far loro pagare 10 volte il danno provocato, dovrebbero lasciarli per un mesetto in prigione e forse imparerebbero la lezione.

      1. Marco

        I rampicanti sono l’unica soluzione; oltre ad impedire agli “imbrattamuri” di agire renderanno più verde l’area.
        Come sul lungo lago di Malgrate (LC).
        https://www.google.it/maps/@45.8518266,9.3772743,3a,46.2y,145.07h,94.6t/data=!3m8!1e1!3m6!1sAF1QipP_tSWKsvUpDxJk6db-iMAOjr_Ets2vZpTlJfJK!2e10!3e11!6shttps:%2F%2Flh5.googleusercontent.com%2Fp%2FAF1QipP_tSWKsvUpDxJk6db-iMAOjr_Ets2vZpTlJfJK%3Dw203-h100-k-no-pi-0-ya346.7327-ro-0-fo100!7i10240!8i5120

  1. Stefano

    Ripeto per l’ennesima volta: in Darsena ci saranno decine di telecamere. E’ possibile che MAI riprendano questi delinquenti??
    Non è che esiste la volontà di non punirli?

  2. Marco

    I rampicanti sono l’unica soluzione; oltre ad impedire agli “imbrattamuri” di agire renderanno più verde l’area.
    Come sul lungo lago di Malgrate (LC).
    https://www.google.it/maps/@45.8518266,9.3772743,3a,46.2y,145.07h,94.6t/data=!3m8!1e1!3m6!1sAF1QipP_tSWKsvUpDxJk6db-iMAOjr_Ets2vZpTlJfJK!2e10!3e11!6shttps:%2F%2Flh5.googleusercontent.com%2Fp%2FAF1QipP_tSWKsvUpDxJk6db-iMAOjr_Ets2vZpTlJfJK%3Dw203-h100-k-no-pi-0-ya346.7327-ro-0-fo100!7i10240!8i5120

  3. enri

    La capitale del design con cittadini del 4° mondo. E’ arrivata l’ora di non tollerare più questo scempio. Pene severissime per i trasgressori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.