"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Lazzaretto – Il BikeMi in Viale Tunisia e la pista ciclabile

Presto in Viale Tunisia sarà realizzata la pista ciclabile a coronamento della nuova stazione appena inaugurata (BikeMi Tunisia-Lecco-Bellintani) e come altre stazioni già ignorata dagli automobilisti, le foto lo testimoniano, auto parcheggiate al posto delle bici.

Il progetto di Metropolitana Milanese prevede un percorso ciclabile su tutto viale Tunisia, che da corso Buenos Aires si ricollega ai tracciati esistenti in via Vittor Pisani e si inserisce poi nell’itinerario da piazza San Gioachimo fino a Porta Garibaldi, che sta realizzando Hines. Saranno create due corsie monodirezionali (lungo i due lati della carreggiata) in sede protetta, per separare le piste dal traffico veicolare. Per proteggere gli incroci, inoltre, saranno inseriti attraversamenti rialzati. Oltre alla realizzazione delle due piste, il progetto prevede anche l’adeguamento della sede stradale e dei marciapiedi, la modifica della segnaletica e dei semafori e l’ampliamento delle banchine di fermata dei tram in prossimità di via Lazzaretto e di corso Buenos Aires.

Dopo l’approvazione del progetto esecutivo, che sarà presentato a breve, verrà aperta la gara per l’assegnazione dei lavori. Speriamo solo che la pista venga rispettata e non violata come al solito dagli automobilisti prepotenti.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.