"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Vetra – Arte intelligente e degrado deficiente

Oggi hanno iniziato a colorare uno dei muri attorno alla Basilica di San Lorenzo con dei bellissimi murales. Arte di strada finalmente considerata come si deve e dove serve. Infatti questo muro era sempre preda dei soliti vandali che hanno solo come scopo lasciare le loro stupide firme sui muri della città. Purtroppo a prevalere, perché non si puniscono abbastanza, sono le “firme” dei vandali, che rimangono immortalate a lungo sui muri, senza essere rimosse e regalandoci una città DEVASTATA da questo male.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


One thought on “Zona Vetra – Arte intelligente e degrado deficiente

  1. buonsenso

    Calma ragazzi.Il contesto qui è la Basilica di San Lorenzo.Non una casa qualsiasi.Il motivo di utilizzo di graffitari è stato evitare l’imbrattamento delle superfici di quel manufatto edilizio facente parte della Basilica.E’ sottostare a un PIZZO.Vuoi che non ti imbrattiamo il muro?Allora decoralo con “opere”di graffitari.E’ immorale fare così.Si deve subito cancellare le tag,così i vandali se ne vanno via.Qui invece hanno atteso giorni e giorni e altre tag si sono aggiunte alle prime.Così hanno pensato che è inutile cancellare,meglio dare le superfici in pasto ai graffitari.Vergogna!Credono che forse che i vandali non imbratteranno i nuovi graffiti?Che vadano a vedere la porta del palazzo di fronte con la madonna disegnata da due noti spagnoli e devastata dalle tag.Ma poi chi sono quelli che disegnano ora?ACME ad esempio fa schifo.E noi osanniamo i writer indipendentemente chi siano perchè c’è chi dice che questi sono universalmente riconosciuti come grandi artisti.Ma smettiamola e siamo critici con quelli che ci obbligano -OBBLIGANO- a vedere cose per tutta la nostra vita.RIBELLIAMOCI.La nostra architettura storica non necessita di interventi di soggetti affetti da io ipertrofico che vogliono farsi vedere a tutti i costi!!! BASTA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.