"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Sant’Ambrogio – Ma il rispetto per la monumentalità dov’è finito?

Basilica di Sant’Ambrogio, monumento insigne per la città e forse anche per il mondo intero. Grande esempio di architettura romanica in Italia e in Europa.
Da poco è stata ultimata la sistemazione della piazza (mancano ancora piccolissimi particolari), via le auto attorno alla basilica, nuovi spazi verdi, nuovi percorsi pedonali. Un bellissimo intervento a mio avviso, eppure oggi, passando a fare un sopralluogo mi sono imbattuto in qualcosa che mi ha fatto imbufalire.
Già qualche anno fa, in occasione della posa della rastrelliera per il BikeMi mi ero indignato per la posizione delle biciclette comunali, ovvero, poste ad inquinare visivamentein un punto così scenografico che mi infastidiva non poco.
Ora, arrivando dalla pusterla di Sant’Ambrogio e Via de Amicis, per prima cosa ci godiamo la bella vista della sfilata di biciclette gialle del BikeMi, poi il nuovo parcheggio per motorini posto proprio davanti alla basilica.

Non si poteva collocare il parcheggio dei motocicli lungo via Lanzone, poco più avanti? Non si potrebbero spostare le bici del BikeMi sul lato opposto, quello lungo la parete cieca del palazzo che affianca la Pusterla? Possibile non avere un po’ di attenzione a questi piccoli dettagli che renderebbero indimenticabile una vista così scenografica?

Per il resto, devo dire che la sistemazione a Sant’Ambrogio è quasi perfetta.

Le foto di seguito mostrano l’effetto del parcheggio per motocicli davanti alla basilica…

In rosso la posizione delle “rastrelliere” e in blu dove secondo me starebbero meglio 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.