"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Dergano – La Cascina della Boscaiola

In Viale Jenner, all’angolo con via Porro, si trova, quasi in disparte, un edificio storico molto bello. Si tratta della “Cascina della Boscaiola”. L’edificio, di origine quattrocentesca, sembra essere stato casino di caccia o residenza di campagna della Signoria di Milano.

Nel XIV Secolo viene edificata una dimora gentilizia, di carattere monumentale, parte probabilmente di un complesso maggiore e munito anche di una cappella. Si tratta di una di quelle residenze di campagna, destinate agli intrattenimenti legati alla caccia, poiché situata in una zona boscosa, come il toponimo “Boscaiola”, farebbe intuire lungo la strada per Como. L’impostazione architettonica, la disposizione interna dei locali e i caratteri decorativi (“finestre ogivali”) farebbe pensare ad un’opera di maestranze presenti nei cantieri di committenza Viscontea e poi sforzesca. Il collegamento con la città era garantito da una strada che da Santa Maria alla Fontana si spingeva fino al Derganino, attraverso la strada che si apriva tra la fitta vegetazione e che ancora oggi porta il nome “della Boscaiola”.

Si tratta di un “complesso edilizio a corte chiusa, composto da un fronte con brevi risvolti di origine antica e di tipo gentilizio, e da ali retrostanti a carattere prettamente agricolo ammodernate nel corso del tempo. Le parti nobili sono caratterizzate da elementi strutturali e decorativi tipici della tradizione architettonica rinascimentale, con finestrature a tutto sesto, con ghiere in cotto e incorniciatura intonacata in bianco, in facciata, e con interni caratterizzati da cotto a pavimento e travature lignee a solaio, in alcuni casi impreziosite da decori pittorici”. L’edificio è stato restaurato diverse volte, attualmente è un’abitazione privata.

Nel corso del secondo dopoguerra la zona a ridosso dello scalo Farini, è stata interessata da una forte presenza di capannoni produttivi e artigianali. Una di queste fabbriche era la Branca, nota fabbrica di liquori , la quale aveva costruito a ridosso dell’antico cascinale un edificio usato come dopolavoro dagli operai del vicino stabilimento, oscurando la facciata del fronte principale su Viale Jenner.

Da qualche anno (2007-2010), grazie ad una bonifica urbanistica del quartiere, con il lento spostamento delle fabbriche altrove e la lenta decadenza dello scalo Farini. L’edificio ingombrante è stato rimosso, sostituendolo con un giardinetto pubblico che ha restituito la quinta scenografica ad una più ampia prospettiva.

Fonte Wikipedia

2014-08-02 Cascina Boscaiola 0 2014-08-02 Cascina Boscaiola 1 2014-08-02 Cascina Boscaiola 2 2014-08-02 Cascina Boscaiola 3 2014-08-02 Cascina Boscaiola 4 2014-08-02 Cascina Boscaiola 5 2014-08-02 Cascina Boscaiola 6 2014-08-02 Cascina Boscaiola 7 2014-08-02 Cascina Boscaiola 8 2014-08-02 Cascina Boscaiola 9

Cascina Boscaiola in Via della Boscaiola, veduta posteriore 1909

Cascina Boscaiola in Via della Boscaiola, veduta posteriore 1909

Via Lancetti Angolo Via Resegone_Anni 30_Fabbrica Fernet Branca

Via Lancetti Angolo Via Resegone_Anni 30_Fabbrica Fernet Branca




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.