"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Centro Storico – Non c’è più rispetto neanche per le chiese

Degli ignoranti (per non definirli in altro modo poco civile) neanche rispettano più i muri delle chiese, come succedeva una volta. Tempo fa avevamo segnalato le tag sulle pareti di Santa Maria della Vittoria, poi San Sebastiano e ora sul lato di Sant’Alessandro, Capolavoro milanese del barocco e chiesa molto importante anche dal punto di vista architettonico. Le scritte idiote sono state fatte lungo la grande parete di via Zebedia. Il Comune e Milano stanno sempre più sottovalutando la pulizia dei muri in città, ma credo sia il momento di stanziare fondi per la pulizia, o intervenire in qualche modo. Noi siamo convinti che dove si tiene e mantiene pulito, il fenomeno andrà col tempo, a scemare.

Gli altri monumenti vandalizzati:

Santa maria della Vittoria

San Giorgio al Palazzo

San Sebastiano

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


One thought on “Zona Centro Storico – Non c’è più rispetto neanche per le chiese

  1. carlo81

    Non riesco a capacitarmi di tanta cattiveria e mancanza di rispetto per la cosa pubblica e/o altrui.

    Vivo all’estero da parecchi anni, ho anche girato abbastanza il mondo, e devo dire che non ho mai visto un assalto così estremo all’architettura ed ai simboli storici/religiosi di una città. Provo vergogna e sdegno delle mie origini, non riesco a trovare più nulla di positivo in Italia, se non segnalazioni di inciviltà come questa e qualche panzanata per camuffare lo stato di degrado morale ed estetico del Paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.