"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Genova – Scuola = incuria? Scuola Interpreti e Traduttori

Unito al palazzo Emit Feltrinelli che si affaccia su piazzale Cantore, l’edificio di Fondazione Milano – Civica Scuola Interpreti e Traduttori che invece si affaccia su Via Francesco Carchidio all’angolo con Viale Coni Zugna sta andando letteralmente a pezzi, tant’è che è stato transennato su Viale Coni Zugna.

Trovandoci in zona abbiano fatto un rapido sopralluogo all’edificio dell’Emit su viale Papiniano, le immagini parlano da sole.

Ci chiediamo ancora una volta per quale ragione la presenza di un edificio scolastico debba essere associata spesso a una situazione di incuria diffusa.

Di seguito il link ad altri articoli sul tema

http://blog.urbanfile.org/2016/04/05/milano-porta-genova-scuola-incuria-il-caso-emit-feltrinelli/

http://blog.urbanfile.org/2016/04/09/milano-casoretto-scuola-incuria-il-caso-caterina-da-siena/

 

2016-07-19_Scuola Interpreti e Traduttori _1 2016-07-19_Scuola Interpreti e Traduttori _2 2016-07-19_Scuola Interpreti e Traduttori _3 2016-07-19_Scuola Interpreti e Traduttori _4

2016-07-19_Emit Feltrinelli_1 2016-07-19_Emit Feltrinelli_2 2016-07-19_Emit Feltrinelli_3 2016-07-19_Emit Feltrinelli_4 2016-07-19_Emit Feltrinelli_5




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Porta Genova – Scuola = incuria? Scuola Interpreti e Traduttori

  1. Marco

    Tempo fa avevo cercato in rete qualche studio sugli atti di vandalismo per capire come mai avvengono e cosa si potrebbe fare per fermarli. Non ho trovato molto a dire il vero.

    Comunque una delle cose che avevo letto è che la scuola rappresenta la prima forma di autorità che incontriamo nella vita ed è un luogo che somma le principali ragioni che spingono un ragazzo a fare atti vandalici:

    – noia

    – rabbia

    – vendetta

    – sfida all’autorità

    – pressione da parte dei propri pari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.