"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Vetra – Imbrattamuri: chi se ne frega della storia

Saprete già quanto detestiamo chi imbratta i muri della città con le solite tag (firme o scarabocchi), ma vedere che la situazione in piazza della Vetra (qui dovremmo fare un elenco lungo per descrivere tutti i luoghi deturpati in questo modo a Milano) e la Basilica di San Lorenzo sono oltremodo peggiorati ci ferisce il cuore.

Qui, come per l’Arco della Pace o l’arco di Porta Ticinese, si sono sfregiati i muri di una delle più antiche basiliche di Milano e dall’importanza artistica, culturale e architettonica per l’Italia intera.

Muri che hanno visto passare Attila, la regina Teodolinda, il Barbarossa, i Visconti e gli Sforza, Leonardo e Caravaggio, fino alle guerre del XX Secolo. Ma dei piccoli delinquenti con bomboletta nello zaino, si sono presi la libertà di firmare queste mura come se fossero piloni dell’autostrada.

Zero rispetto per la storia loro e nostra.

Possibile che Soprintendenza, Comune e chiunque debba preservarne la dignità e la memoria pare ignorarli? Il Sindaco dovrebbe INCAZZARSI (scusate il termine ma quando ce vo’ ce vo’) con questo fenomeno oramai ingestibile, come lo siamo noi cittadini.

Ricordiamo anche che è di pochi giorni fa la notizia che la Soprintendenza ha avviato i nuovi restauri dei mosaici ma anche della cappella di Sant’Aquilino, messa a rischio da molte infiltrazioni, grazie ad una sponsorizzazione importante (70 mila euro per i mosaici e 450 mila per il consolidamento e la deumidificazione dell’antica struttura).

Stessa sorte a tutta la zona, poi, ora che è schermata dai cantieri della M4 non vi diciamo come è ridotta piazza della Vetra. Qui sotto i portici della piazza, una lavagna per gli imbrattamuri.

Qui altre raccolte di pareti deturpate dagli imbrattamuri.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Vetra – Imbrattamuri: chi se ne frega della storia

  1. Cadian4

    Questa zona di Piazza Vetra da quando è stato installato il cantiere M4 è peggiorata molto, è diventata un luogo più appartato dove sono arrivati anche nuovi spacciatori oltre i soliti “tradizionali”.. L’ambiente chiuso ha fatto sì che si creassero situazioni peggiori rispetto a prima..

  2. The Flying Scotsman

    È triste ma l’unico rimedio possibile lo vedo nell’estendere a tutta l’abside le cancellate (storiche) che attualmente ne proteggono solo alcune parti.

    Idem per l’arco della pace, dove tra l’altro una cancellata c’era già fino ai primi del 900 come si vede dalle foto d’epoca

  3. Wf

    Mettere una cancellata intorno alla basilica e a protezione delle mura storiche in laterizio.

    Nessuno scandalo per le cancellate di protezione.
    La,basilica resta visibile ma protetta.

  4. Pierre

    A Milano mancano le telecamere e i pronti inverenti della polizia. Così queste cose possono succedere. E poi, una volta beccati, applici la legge – arresti e solo quando pagano una multa + cuazione salata li fai uscire. E poi fai il processo penale. Ma sul serio. Quello che manca nella nostra società è la punizione severa degli incivili. Questo vale anche per chi sporca la strada. Non vi pare che viviamo un una città piùttosto sporca?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.