"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Castello – L’assedio costante degli autobus

Ogni anno dobbiamo portare all’attenzione il problema mai risolto degli autobus turistici in piazza Castello. Il tratto di piazza utilizzato soprattutto per la sosta degli autobus è quello sul lato di via Lanza, per l’esattezza da viale Gadio a via Quintino Sella. Parcheggiati su entrambi i lati, gli autobus sono un elemento che disturba non poco. Problema annoso che a quanto pare il Comune al momento non è stato ancora capace di risolvere…

Problema che andrà risolto anche in previsione della riqualificazione della piazza.

2013 – 2018




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


13 thoughts on “Milano | Zona Castello – L’assedio costante degli autobus

  1. Marco

    Bisogna impedirne l’accesso in città. Parcheggiando per esempio a Bisceglie in 15 minuti con la Metro i turisti possono raggiungere comodamente Piazza Duomo.

  2. Renato S.

    Basta usare un po’ dei 45 milioni di tassa di soggiorno incassati nel solo 2019 e realizzare un terminal dei bus turistici come in tante altre città di turismo d’Europa (Salisburgo un buon esempio).

    E visto che se ne parla, con un po’ di quei quattrini provare anche a rimettere in grazia di dio i terminal di San Donato e lampugnano. Che sono un orrore.

    1. Anonimo

      Un buon posto dove realizzarne uno potrebbero essere i Bastioni di Porta Volta. Sono vicinissimi al centro storico, si potrebbe realizzare una struttura leggera ma di buon design, ed eliminare l’orrendo parcheggio che attualmente occupa il parterre.

    1. Anonimo

      “Con la riqualificazione di Lampugnano garantiamo a tutti una migliore accoglienza e con la scelta di San Donato individuiamo un’area alternativa per le partenze e gli arrivi a sud della città – dichiara l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran”

      Correva l’anno 2016

      Ecco l’articolo di UF, dove si riportava anche l’annuncio che a breve sarebbe stato rifatto pure San Donato:
      https://blog.urbanfile.org/2016/03/14/milano-lampugnano-al-via-la-riqualificazione-del-terminal-dei-bus/

  3. Anonimo

    Beh, se è per questo stiamo ancora aspettando la passeggiata sopra le Mura Spagnole e la metro leggera sopraelevata lungo la circonvallazione annunciate a suo tempo dalla Moratti, per non parlare del tunnel Fiera-Linate.

    La “annuncite” non è certo un’esclusiva di Maran, è un’epidemia che dilaga tra politici di ogni colore. Probabilmente si propaga per via aerea: basta che un politico faccia un annuncio che subito anche gli altri sono irrefrenabilmente spinti a farne anche loro.

    1. Anonimo

      In effetti povero Maran: con tutte le cose che ha annunciato e la memoria da elefante di internet o si da da fare o avrà seri problemi di credibilità da adesso in poi.

  4. giuliano

    Intanto la Sig.ra Moratti ha portato la metro Lilla, l’expo e qualche altra piccola cosa di cui ancora oggi Sala e soci dopo Pisapia ne godono ancora i frutti – Quelli di oggi al massimo ridipingono le piazze………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.