"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bullona – La casa dei Melograni e vicini: delizioso liberty in via Castelvetro

Via Castelvetro venne urbanizzata a partire dall’inizio del Novecento, una strada all’epoca, in periferia, nei pressi della Bullona, un insieme di cascine sulla strada per il Sempione (si trovavano dove oggi si incrociano le vie Bullona, Piero della Francesca e Losanna), ma vicina al “boulevard” di Corso Sempione, nelle intenzioni via elegante e rappresentativa. Perciò le case dovevano avere facciate eleganti.

In via Castelvetro 5 si trova una graziosa casa civile del 1912-13, Casa dei Melograni. Naturalmente quando venne realizzata di gran moda nell’architettura vi era lo stile floreale, detto anche liberty e questo è senza alcun dubbio un bell’esempio.

Simmetriche fasce verticali in cotto suddividono la facciata. Mentre grossi gruppi di fogliame affiancano le curve terminali delle arcate poste ad incorniciare i due balconi laterali del primo piano. Il primo piano è decorato da una stupenda fascia a maioliche policrome. Il soggetto riprodotto sia nelle decorazioni plastiche che nelle maioliche è il melograno con frutti rossi (oggi tendenti al bruno) e fogliame. Anche il sottogonna è riccamente decorato con motivi floreali, un po’ sbiaditi. La casa avrebbe un gran bisogno di essere un tantino restaurata.

Il quartiere che si allunga in via Castelvetro, da via Fauchè, via Piero della Francesca e Corso Sempione (da dove comincia) comprende un insieme di case Liberty degne di nota, tutte però con caratteristiche differenti.

Di fronte alla Casa dei Melograni si trova l’enorme edificio ad angolo suddiviso in due condomini, via Castelvetro 14 e via Piero della Francesca 38, caratterizzato da decori plastici molto graziosi e piccole cariatidi che reggono le mensole del cornicione superiore. Un tetto parigino mansardato grazia ulteriormente questa casa del Novecento.

Altra palazzina un po’ “parigia” la troviamo al 3 di via Castelvetro. Purtroppo sgraziata da un successivo intervento di sopralzo che ha eliminato il piano mansardato e aggiunto un piano con terrazza che soffoca, secondo noi, un po’ l’insieme. Molto belli i balconcini al terzo piano.

Via Castelvetro 20 angolo via Fauchè (1913) presenta dei bellissimi balconi in ferro battuto a esedra allungata sorretti da importanti decorate mensole. Più discreti ma ugualmente eleganti i civici 18 e 16.

Non certo liberty i due palazzi affiancati di via Castelvetro 9 e 11 realizzati negli anni Trenta del Novecento (solo undecima d’anni dopo gli altri palazzi floreali della via) e che impongono con grazia la loro facciata moderna.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Bullona – La casa dei Melograni e vicini: delizioso liberty in via Castelvetro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.