"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Storico – L’assedio dei motorini: ma non sono un po’ troppi?

Ne abbiamo parlato molte volte e ci sono giunte centinaia di segnalazioni nel corso del tempo, ma il Comune apparentemente sembra non rendersi conto del problema e lo ignora. Stiamo parlando del problema di Moto e Motorini che vengono parcheggiati ovunque senza un criterio, rendendo difficoltoso persino camminare sui marciapiedi.

L’area interna ai bastioni da anni è diventata a “pagamento” per decongestionare e disincentivare il traffico privato. Peccato che, essendo una congestion charge e non una pollution charge, l’accesso di moto, motorini e qualsiasi veicolo che appartenga alla categoria ‘motocicli’ sia libero e non soggetto a pagamento. Molti, per comodità e pigrizia, preferiscono giungere al lavoro a bordo di una due ruote anziché usare un mezzo ATM. La cosa è confermata anche dalle statistiche che riportano come negli ultimi 5 anni ci sia stata una drastica diminuzione del possesso di auto da parte dei milanesi, ma un’altrettanto importante aumento dei motocicli immatricolati. Così il centro storico di Milano, pur essendo ben servito dai mezzi pubblici, viene popolato da migliaia di velocipedi a due ruote che, naturalmente, vengono parcheggiati ovunque sia possibile. A volte questi parcheggi diventano impedimento al passaggio dei pedoni sui marciapiedi e spesso diventano pure brutti esempi di civiltà.

Motorini che, naturalmente, inquinano non diversamente dalle automobili.

Esempi ce ne sono parecchi, e qui di seguito ve ne segnaliamo alcuni, giunti anche da segnalazioni di nostri lettori.

Brera, ad esempio, dove la piazza del Carmine è impossibile da fotografare e apprezzare nella sua bellezza a causa delle decine di motocicli parcheggiati proprio davanti.

Cosa che, misteriosamente, non accade (per fortuna) davanti al sagrato della Basilica di San Simpliciano.

Che dire di uno dei monumenti più scenografici del centro? Il Sacello di San Satiro presso la chiesa di Santa Maria, in via Torino. Qui il campanile più antico di Milano e l’edicola alto medievale sono impossibili da fotografare senza immortalare una sfilza di motorini. Possibile impedire in qualche modo questo parcheggio? Parcheggio installato e concesso dallo stesso Comune. Una vergogna.

Vie importanti e monumentali lasciate in balia del parcheggio selvaggio dei motocicli. Così possiamo ammirare ammassi di ferraglia lungo Corso Venezia, Corso Matteotti, Piazza Meda, via Hoepli e le vie della moda.

Via Manzoni, via Case Rotte e piazza della Scala. Questo è solo per elencarne alcune.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


35 thoughts on “Milano | Centro Storico – L’assedio dei motorini: ma non sono un po’ troppi?

  1. UMS

    Che le due (e tre) ruote a motore non paghino ingresso e nemmeno parcheggio e che possano pure occupare i marciapiedi, è anacronistico.

    Come quando si andava in automobile fino in piazza del Duomo….

  2. lisander

    sono d’accordo introdurre il ticket anche per moto e scooter, divieto assoluto di parcheggio sui marciapiedi e nei pressi di zone monumentali e di alto pregio storico artistico, multe salate a chi sgarra

  3. Anonimo

    Trent’anni fa la moto e lo scooter erano l’alternativa intelligente all’automobile e andavano incoraggiate.

    Solo che adesso non siamo più negli anni ’90 ed è ora che anche moto e scooteroni a benzina vadano disincentivati nel centro della città. Non dico di vietarli (nemmeno le auto lo sono del tutto, per ora), ma che tutto sia permesso e tutto sia a gratis non ha più alcun senso compiuto.

    1. Anonimo

      E dove parcheggiamo gli scooter!? Che il comune proceda a togliere un po’ di posti auto e realizzi finalmente dei posti dedicati alle due ruote, come per altro aveva più volte affermato. Se si creassero parcheggi regolari non capisco che fastidio danno gli scooter! Purtroppo non é come dice l’autore, lo scooter ha una velocità e una flessibilità di spostamento impagabile rispetto ai mezzi pubblici e quindi non capisco perché dovrei rinunciarvi in favore del tram!?

      1. Anonimo

        Ma basta! Non vedi le foto? Le strade sono praticamente ricoperte dai motorini e tu vuoi ancora altri spazi…
        Puoi usare una delle alternative offerte (monopattino, bici elettrica, bike sharing, mezzi pubblici)

  4. Wf

    Io vado controcorrente e dico che le auto sono molto peggio dei motorini.
    Certo sembra uno di quei paesi asiatici invasi dagli scooter…

    Però per me il problema rimangono le strade in centro troppo disponibili al mezzo a motore. Riducendo lo spazio per i motori si riducono entrambi..

  5. Marco

    E la macchina non va bene…
    E il motorino non va bene…
    Fra un po’ anche la bicicletta comincerà a dare fastidio!
    Dove vogliamo arrivare?

    1. Anonimo

      Arrivare dove sono le altre capitali europee, scoraggiando i mezzi privati e favorendo il trasporto collettivo o comunque non inquinante.
      Tutto qui, non è difficile!

  6. MATTEO BIONDETTI

    qualche anno fa in Piazza Meda fu inaugurato, dopo lunghissimi anni di lavori e altrettanti ritardi, un parcheggio sotterraneo. Ovviamente SOLO PER AUTOVETTURE, nonostante il fenomeno degli scooter in centro fosse ben noto. Se abbiamo un’Amministrazione ottusa che non fornisce spazi a chi, non per pigrizia, ma per comodità e necessità, si reca al lavoro sulle due ruote, allora rivolgete le critiche ai “politici locali” e fatevi un giro nelle altre città europee per comprendere che le soluzioni al parcheggio selvaggio, alle auto sui marciapiedi e alle soste in doppia fila esistono, eccome!

    1. Anonimo

      Tu hai ragione, ma ‘io’ che sono proprietario di un parcheggio sotterraneo perche dovrei creare degli spazi per le moto che nessuno userebbe visto che ad ora è possibile parcheggiare comodamente in superficie senza pagare nulla??

    2. _

      @Matteo Biondetti
      Sei sicuro?
      http://www.bestinparking.it/garage/milano/piazza-meda-2a

      In piazza Meda puoi anche fare l’abbonamento mensile per le moto, che costa 45€ anzichè 365€ per le auto. Non mi sembra nemmeno male come rapporto auto/moto….

      Pagare 1.5€ al giorno per la moto in pieno centro non mi sembra una impresa titanica! Eppure chi lo fa? Sul marciapiedi dove disturba i pedoni è gratis….

  7. Marco

    E che dire delle auto Car Sharing? Possono entrare in area C senza pagare il ticket e sostare sulle strisce gialle e blu senza pagare!
    Vi sembra giusto?

    1. blauren

      Le compagnie di carsharing pagano eccome.

      Un migliaio di euro a macchina ogni anno per accesso ad AreaC e sosta sulle strisce.

      Moltiplica per 5000 complessive auto delle diverse flotte e fai un po’ tu.

  8. Anonimo

    Esatto non ci sono parcheggi per i motorini con centro ne stalli per biciclette. Ripeto dove li mettiamo? Pago per entrare, e poi dove metto lo scooter? I parcheggi sotterranei dovrebbero avere posto per gli scooter, ma dovrebbero avere tariffe molto più basse di quelle delle auto considerando che nel posto di un auto ci entrano 4/5 scooter

  9. Anonimo

    Tu hai ragione, ma ‘io’ che sono proprietario di un parcheggio sotterraneo perche dovrei creare degli spazi per le moto che nessuno userebbe visto che ad ora è possibile parcheggiare comodamente in superficie senza pagare nulla??

  10. Adriano

    Le moto e i motorini fanno più inquinamento sonoro e disturbano molto di più delle auto e sono molto più brutti da vedere danno senso di confusione.
    Come dico sempre se organizzi un piano posteggi serio tutte queste cose le risolvi se ti ostini a pensare alla città come tanti pezzettini da sistemare non ne vieni fuori.

    1. Anonimo

      Più brutti non lo so, ma sicuramente fan molto più rumore, parcheggiano sempre in sosta vietata ed il limite di 50km/h sul territorio Comunale non sanno nemmeno cosa sia.
      Per non parlare del rispetto delle zone 30…

  11. Anonimo

    “Motorini che, naturalmente, inquinano non diversamente dalle automobili”
    …mi pare che questa affermazione non brilli per lucidità. I mezzi a motore inquinano tutti ugualmente? Un camion con rimorchio inquina come una Smart? Mah.
    Per rendere più ordinata la situazione basterebbe togliere un po’ di inutili posti auto in centro e fare degli ordinati posti scooter.

  12. Laura

    Ciao a tutti, premesso che utilizzo bicicletta e o scooter da più di 20 anni per Milano,le mie considerazioni dopo aver letto articolo ed i vostri commenti sono:
    Creazione di vie ciclabili che siano realmente e solo dedicate alle biciclette(e non che diventino luogo di parcheggio per autovetture, corrieri, ecc)
    Creazione di parcheggi per biciclette( funzionali e non come quelli che in alcune aree hanno messo, dove se vuoi legare la bicicletta non riesci)
    Aumento dei parcheggi per moto, scooter, ecc.
    Sistemazione delle strade della città, troppo spesso si trovano buche, tombini sollevati o abbassati rispetto al livello stradale, rotaie dismesse ormai da secoli, uniti a tratti di pavé che peggiorano la sicurezza sulla strada.
    Dopo aver provveduto a fare tutto ciò, puoi chiedermi di pagare con lo scooter, per entrare nelle ZTL…e sopratutto ci vogliono i vigili che facciano rispettare le regole, non solo agli scooter, ma alle autovetture….quante volte capita che si lascino auto ferme in doppia fila davanti ai bar o negozi, rendendo molto difficoltosa la viabilità, “mi scusi ho preso il caffè, oppure, si adesso vado e non rompa ho solo ritirato un vestito!!!!”

    1. Lorenzo Lamas

      Brava Laura! Prima gli altri poi se stessi. Non fa una grinza.
      Continua a entrare senza pagare, perché ora effettivamente è così, ma se riesci, se non ti disturba, non mettere le tue due ruote sul marciapiedi che magari ci sono 4 ruote (tipo carrozzine e passeggini) che hanno diritto di starci sopra quel marciapiede. Forse più di te. Forse.

  13. Wf

    L’unico modo, al netto della area C per gli scooter, è trasformare molti posti auto in 4,5 posti scooter.

    Riducendo i parcheggi per le auto che occupano più spazio e sono moolto piu schifose degli scooter.

    Così creiamo posti per scooter a costo zero.
    E liberiamo un po di marciapiedi.

    Le auto sono molto piu brutte a vedersi.

    1. Anonimo

      Allargare i marciapiedi, mettere alberi, fare piste ciclabili, creare zone pedonali e panchine.

      Le strade, specie in centro non sono luoghi per il parcheggio gratis di mezzi di trasporto privati. Che abbiano essi due, tre o quattro ruote.

      Anche perchè in centro i mezzi di trasporto pubblici non mancano di certo e nemmeno i parcheggi sotterranei semivuoti.

      1. Francesco

        Ma infatti! Basta seguire l’esempio delle altre capitali europee…. Oslo, Parigi, Stoccolma, Copenaghen.
        L’uso dei mezzi inquinanti va scoraggiato sia per ridurre l’inquinamento (vi ricordo che Milano è tra le città più inquinate d’Europa) sia per creare più spazi pubblici.
        Si potrebbero allargare i marciapiedi, alberare le strade e creare più spazi di sosta invece di avere carreggiate occupati su entrambi i lati da parcheggi per auto e moto.
        Le alternative per raggiungere il centro mi sembrano davvero molteplici: ovvio, tutti vorremmo arrivare sotto l’ufficio col motorino ma se tutti ragionassimo così ci sarebbe il caos… Usate la bici elettrica BikeMi se proprio non potete sforzarvi di pedalare oppure ci sono i monopattini elettrici. Esiste di tutto eppure nessuno vuole rinunciare alla “comodità” di inquinare e parcheggio dove pare…

    2. Anonimo

      Oooh, qui sta la sintesi del complesso pensiero di Wf che da anni, di qualsiasi argomento tratti questo blog, ci delizia con i suoi interventi : auto brutte, scooter cosi’cosi’, biciclette belle. piste ciclbili (anche se fatte col culo) bellissime.

  14. dammatra

    “Motorini che, naturalmente, inquinano non diversamente dalle automobili”

    abbiate pazienza ma questa e’ “una cagata pazzesca” (cit.)

  15. Ste

    Cercate su Street View “Piazza Dante” a Genova e posizionate l’omino nel centro della piazza…così capite la situazione a cui non bisogna arrivare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.