"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Trenno – Aiutiamo la riqualificazione di questo incantevole luogo

A Trenno, distretto nord-occidentale di Milano, vi è la chiesa parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista, di antica origine, posta su di un lieve dosso. Il sagrato della chiesa, una raccolta piazzetta, è attualmente uno spiazzo senza forma, una colata di catrame e auto parcheggiate ai lati.

C’è un grazioso progetto voluto dalla parrocchia e dai cittadini che prevede una nuova pavimentazione, degna del luogo, e la piantumazione di alcune alberature (cipressi).

In questi giorni è ripresa la raccolta fondi per il rifacimento del sagrato, e questo è l’appello che riproponiamo:

Contribuisci anche tu all’acquisto del materiale. Puoi scegliere tra le beole, l’acciottolato, le pietre consolari, le piante. Con il contributo di tutti vorremmo iniziare i lavori nella primavera o estate prossima. Qui di seguito trovi le informazioni, il progetto e le modalità per contribuire.

UN GRANDE GRAZIE a tutti coloro che vorranno contribuire a rendere ancora più bello il nostro borgo.

Questa è la situazione attuale della piazzetta.

Va ricordato che nella graziosa chiesetta di Trenno si trova uno dei più bei dipinti barocchi di Milano, l’Adorazione dei Magi, una splendida tela di un grande pittore tedesco, Johann Christoph Storer (conosciuto anche come Giovanni Storer), realizzata nel 1657 e per lungo tempo attribuita alla scuola di Rubens.

A noi, di Urbanfile, piacerebbe che anche via Ratti venisse ripensata e riqualificata come dovrebbe essere…

In pratica, la via chiusa al traffico e al posto dell’asfalto, una bella rizzata, l’acciottolato di fiume, tipico dei borghi antichi, quale è il borgo di Trenno.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


10 thoughts on “Milano | Trenno – Aiutiamo la riqualificazione di questo incantevole luogo

  1. Citizen Kane

    Ricordo che già a tempi della Moratti venne fatto un piano per recuperare i centri storici degli antichi borghi inglobati, a partire da Lambrate.

    Poi, come spesso accade nella Città del Fare, non se ne fece niente.

    Meno male che is muovono i cittadini.

  2. Andrea

    Miracolo! La parrocchia si sta organizzando per sistemare una delle sue piazze! Ovviamente però la povera Chiesa di Roma ha bisogno di una colletta per farlo.

    E dopo aver rifatto la piazza la prossima iniziativa sarà una raccolta fondi per permettere alla Chiesa di pagare l’IMU sulle sue attività.

  3. Andrea

    Miracolo! La parrocchia si sta organizzando per sistemare la piazza della sua chiesa! Ovviamente però la povera Chiesa di Roma ha bisogno di una colletta per farlo.

    E dopo aver rifatto la piazza la prossima iniziativa sarà una colletta per permettere alla Chiesa di pagare l’IMU sulle sue attività.

    1. gp

      Se parli in questo modo significa che non conosci concetti come “partecipazione” o “comunità”, e questo ti fa leggere tutto in termini di denaro, di dare-avere. Ma ti assicuro che il mondo è più bello di come lo vedi tu.
      In ogni caso una chiesa antica e un bel piazzale sono un bene di tutti, credenti e non credenti, penso che almeno questa idea sia condivisibile.

    2. Anonimo

      certo che il vostro odio indiscriminato verso la chiesa non vi fa vedere e nennemo capire che la chiesa rappresenta l’insieme delle persone che ne fanno parte, non è un ente che produce soldi, le parrocchie esistono dove ci sono fedeli che danno i soldi per manutenerle…se non ci sono fedeli vengono chiuse. Quindi finitela con queste affermazioni fuori luogo.
      Nella mia parrocchia a milano quando c’è da sistemare il campanile o le luci siamo noi fedeli a dare i soldi per sistemarli….quindi il fatto di chiedere aiuto alla collettività mi sembra un gesto che fa comunità e quindi chiesa. però se voi partite con il pregiudizio che la chiesa è solo un istituzione ladra e pedofila allora qualsiasi scelta non va mai bene…

  4. Andrea

    C’è già lo Stato che rappresenta i cittadini e a cui diamo soldi per sistemare i luoghi pubblici. La Chiesa invece di organizzare collette (noi Italiani siamo già organizzati) potrebbe, con grande senso di comunità, raccomandare al Comune il nome della ditta che (sommando il listino prezzi) gli rifà la piazza a soli 100k.

    A quella cifra il Comune potrebbe rifare ben 10 piazze milanesi spendendo solo un milione, altro che Piazza Archinto!

    1. gp

      La colletta è una raccolta di soldi (o altro) su base volontaria, chi vuole dà, chi non vuole non dà. Lo Stato di nora raccoglie soldi nella modalità chiamata “tasse”, che sono obbligatorie. Potresti iniziare di qui per cominciare a capire la differenza Stato e Chiesa, ma anche tra pubblico e privato, tra enti e associazioni, tra… Mi fermo qui, un po’ per volta. Ce la puoi fare, coraggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.