"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Corvetto Gamboloita – Cantiere via Sile 8: Praticamente completato

Via Sile 8 nel distretto di Corvetto Gamboloita, è stato praticamente completanto il grande edificio per uffici rimasto per anni in totale abbandono (il primo progetto di via Sile 8 risale al 2009 con blocco dei lavori nel 2011). Il Comune, come si è visto in un precedente articolo, prenderà possesso del nuovo complesso una volta ultimato completamente.

L’edificio è stato completamente riqualificato e riprogettato dello Studio Fz Architetti Milano.

L’edificio è ora in attesa del trasferimento degli uffici comunali, manca solo l’area a verde che si collegherà col vicino edificio municipale di via Oglio.

Qui di seguito i progetti per la riqualificazione dell’area attorno all’edificio di via Sile 8.

Nel frattempo il Comune di Milano ha cominciato ad allestire gli interni, come si vede dalle immagini che seguono.

Via Sile, Gamboloita, Corvetto, Via Mincio, Via Oglio, Studio Fz Architetti Milano,


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


10 thoughts on “Milano | Corvetto Gamboloita – Cantiere via Sile 8: Praticamente completato

  1. N

    ma com’è possibile che festernamente sia un progetto davvero discreto se non addirittura BEN FATTO e la corte interna sia una tale sciatteria?

    1. Anonimo

      Non condivido la scelta del comune. Preferivo la soluzione che prevedeva di riunire e ottimizzare tutti gli uffici in una nuova Torre a Cenisio.

  2. Anonimo

    Non condivido la scelta del comune, era preferibile la soluzione di riunire e ottimizzare tutti gli uffici con una nuova torre a Cenisio.

      1. Anonimo

        Non è possibile, non c’è lo spazio. Vogliono disperdere in varie zone della città quello che era previsto in Cenisio. L’idea è di valorizzare diverse periferie, ma avrei preferito una razionalizzazione degli spazi, meglio per il cittadino e la produttività del comune. Ha prevalso la scelta ideologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.