"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – Cantieri in zona: febbraio 2022

Abbiamo fatto un bel giro in questi giorni di metà febbraio a caccia di cantieri lungo un tratto di Via Savona nel distretto di San Cristoforo.

Cominciamo con il cantiere che si trova all’angolo tra le vie private Lodovico Pogliaghi e Rosalba Carriera in zona Giambellino. Dove sta crescendo Palazzo Naviglio (il canale dista circa 200 metri), una residenza “Green” formata da due corpi scale di 12 piani, immerso in un piccolo giardino condominiale. Siamo quasi al culmine del tetto.

Proseguiamo con il cantiere per Savona 120.

Passiamo al bel progetto per Bosconavigli dietro la graziosa chiesetta di San Cristoforo. Si tratta del progetto residenziale di pregio progettato da un team d’eccezione formato da Stefano Boeri Architetti e Arassociati con la progettazione paesaggistica di AG&P Greenscape.

Sullo sfondo abbiamo già visto spuntare la sommità di Foppette 4 nell’omonima vietta che unisce Via Savona con via Tortona e Piazzale delle Milizie.

Veniamo alla novità in zona… Navigli Life (ancora l’inglese imperante… ). Per ora è comparso, incastrato tra i magazzini e il parcheggio, un infopoint per le vendite e informazioni del caso sul nuovo complesso che sorgerà in riva al Naviglio Grande in via Alzaia Naviglio Grande 114-118 (non siamo sicuri dei numeri civici). Per ora riportiamo quello che abbiamo raccolto, prossimante avrete più delucidazioni in merito.

Poco distante si trova la vecchia Cascina Campagnola ormai in rovina e ci siamo chiesti sei una volta avviati e conclusi tutti questi cantieri, anche questa sarà riqualificata? Almeno lo speriamo.

Concludiamo col piccolo edificio del casello (l’unico rimasto attivo nel comune di Milano) di San Cristoforo, che pare finalmente sottoposto ad una riqualificazione prossimo ad essere rivitalizzato con l’occupazione dello spazio da parte di un gruppo di associazioni.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Via Savona, San Cristoforo, Lorenteggio, Savona 136, Demolizioni, via Bruzzesi, via Giambellino, via Bellini, Via Ogliari, Via Watt, Piazza Ohm, Piazzale delle Milizie, Stefano Boeri, Bosconavigli, Stefano Boeri Architetti, Arassociati, AG&P greenscape




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


15 thoughts on “Milano | San Cristoforo – Cantieri in zona: febbraio 2022

  1. Anonimo

    “Veniamo alla novità in zona… Navigli Life (ancora l’inglese imperante… ). Per ora è comparso, incastrato tra i magazzini e il parcheggio, un infopoint per le vendite e informazioni del caso sul nuovo complesso che sorgerà in riva al Naviglio Grande in via Alzaia Naviglio Grande 114-118”

    Ma come fa il Comune di Milano a dare autorizzazioni edilizie per grossi complessi che hanno come accesso….l’alzaia?

    Il Comune parla parla di ciclabili e poi per una volta che ha una ciclabile piena di gente a piedi ed in bici a tutte le ore, la trasforma nella via di accesso ad un grosso complesso immobiliare?

    1. Anonimo

      Nel rendering (foto 19) c’è addirittura un’auto che sfreccia sull’alzaia del naviglio ….

      Si parla tanto di pedonalizzare la città e poi autorizzano queste cose? Io lo trovo quasi schizofrenico.

    2. Anonimo

      Oltre a non avere senso l’hai ngresso dall’alzaia , il nuovo è di una bruttezza disarmante, un blocco di cemento buttato sul Naviglio

  2. Anonimo

    Poco più avanti stazione san cristoforo fs/m4 la terminal tower è arrivata al 16esimo piano
    l’unica infrastryttura senza info tantomeno preparazioni rimane il misterioso ponte ciclopedonale che dovrebbe collegare la lodovico il moro a piazza tirana permettendo l’entrata alla stazione mm4

  3. Alberto

    Non é certo un solo condominio a rendere trafficata una via. I viali trafficati di Milano sono quelli usati in entrata e uscita e le principali circonvallazioni.
    Comunque ottimo che si continui a costruire in città, bisogna abbassare i prezzi ed evitare l’esodo verso l’hinterland dei giovani, che creerebbe molto più inquinamento non essendo servito da trasporto pubblico, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti interni ad esso.

  4. Anonimo

    L’alzaia naviglio grande NON è una pista ciclabile
    è consentito l’accesso a tutti i veicoli proprio perchè ci sono abitazioni tre centri sportivi una chies un centro edile un centro vernici pisotti una discoteca un ex teatro bar ristoranti e per finire un deposito camping che fa transitare ad ogni ora del giorno e della notte roulotte camper rimorchi e altro

    La ciclabile inizia solo dopo il ponte di piazza negrelli direzione corsico

    1. V.

      L’alzaia Naviglio grande è una ciclabile in gran parte con divieto di transito,

      Nel punto in cui vorrebbero costruire è consentita la circolazione stradale (fino a Pisotti) ma con cartello che da la priorità al traffico verso la periferia. Perchè è strada troppo stretta,

      Non esiste che sia una strada che consenta che venga urbanizzata la zona per residenziale. Vogliamo i furgoni di Amazon e dell’Esselunga sull’alzaia?

      Io spero che il Comune abbia un sussulto di serietà. Togliete la ferrovia per Mortara dietro (come da progetto) e modificate la viabilità.

      DOPO date le concessioni edilizie, ma adesso non esiste secondo me.

  5. SILVANI

    INFATTI CHI ANDRA’ AD ABITARE LI’ SI TROVERA’ UNA VIABILITA’ A DIR POCO INFELICE.
    IN QUEL PUNTO C’ERA LA DITTA DIANA E UN DEPOSITO DI MATERIALE EDILE E IL VIAVAI DEI CAMION CREAVA INGORGHI DI OGNI TIPO.
    CON IN AGGIUNTA LE CODE CHE TUTTORA SI FORMANO QUANDO IL PASSAGGIO A LIVELLO DI VIA SAN CRISTOFORO E’ CHIUSO; E I TRENI SONO TANTI.
    PER TACERE DEL FATTO POI CHE L’ALZAIA E’ FREQUENTATISSIMA DA CICLISTI E GENTE CHE CORRE NEI DUE SENSI ANCHE SE I VEICOLI POSSONO VIAGGIARE SOLO IN VERSO CORSICO.

  6. massimiliano

    e’ assurdo costruire quel condomino in quella posizione . li c’e’ la ciclabile dell’azaia naviglio grande. se non ci fosse PISOTTI non entrerebbe nessuna macchina da quella parte . se lo faranno sara’ un via – vai di macchine dove ora ne passano veramente poche.
    AMMINISTRAZIONE COMUNALE IPOCRITA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.