"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Loreto – Che fine ha fatto l’Orso Marcello?

Oggi vi portiamo a due passi da Piazzale Loreto, in Via Benedetto Marcello angolo Petrella, dove abbiamo notato qualcosa che, secondo noi, andrebbe sistemato. Che fine ha fatto l’Orso Marcello? È ciò che si chiede chi, passando abitualmente per il Giardino dell’Orso Marcello, non riesce più a scorgere lo storico orso di cemento che da più di cinquant’anni “abitava” quelle parti.

Infatti la scultura in cemento, quindi non un orso vero, simbolo di generazioni di bambini del quartiere e simbolo stesso del piccolo giardino sorto sopra il parcheggio interrato, pare ormai ingoiata dai cespugli che lo circondano come mostrano le foto che alleghiamo.

Anzitutto che cos’è l’Orso Marcello? Si tratta di una scultura che raffigura un orso bianco sistemata dal Comune di Milano negli anni Sessanta/Settanta del Novecento a corredo dell’area giochi centrale ricavata nella parte Nord dell’ampia via Benedetto Marcello (dedicata al compositore veneziano che visse tra il ‘600 e il ‘700), tra via Scarlatti e via Petrella. Qui si trovava in un piccolo recinto sabbioso ed era in compagnia, così pare, di una piccola giostra carosello e di un cavallino.

Col tempo era diventato il simbolo della zona, soprattutto per i molti bambini che frequentavano l’area giochi, a dire un po’ triste all’epoca, trasformato in scivolo o “gioco” per le arrampicate, un po’ come era successo alla scomparsa foca dei giardini di via Stendhal.

Poi la decisione di costruire un parcheggio sotterraneo in quella parte di via Benedetto Marcello nei primi anni 2000. Con l’avvio del cantiere e la sua conclusione intorno al 2009 l’Orso è stato rimosso. Naturalmente e per fortuna, la scultura dell’orso venne salvata e sistemata al centro di un aiuola all’ingresso del parcheggio sotterraneo.

La gente e i bambini sopratutto cominciarono a chiamare la “mascotte” del nuovo parco col nome di Marcello, come il nome della via e così anche il giardinetto, molto più bello e accogliente. Successivamente venne intitolato proprio all’Orso Marcello.

Oggi la scultura è ancora presente, ma completamente nascosta dai cespugli che la circondano. Non sarebbe bene che, magari, la si posizionasse su un podio rialzato di modo da tornare protagonista dell’area? Magari anche in posizione favorevole all’area giochi dei bambini?

Qui l’Orso Marcello quando era ancora visibile, in una foto del 2019.

Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Stefano91

Arredo Urbano, Loreto, Via Benedetto Marcello, Scultura, Orso Marcello, Via Petrella, Parcheggio




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


9 thoughts on “Milano | Loreto – Che fine ha fatto l’Orso Marcello?

  1. Anonimo

    Però, guarda che belle piazze carine che vengono fuori quando si fanno i parcheggi sotterranei e poi si sistema in superficie senza auto!

  2. Luca

    L’orso Marcello aveva un fratello gemello al Lido di Milano, ci giocavo quando ero piccolo (~1970). Mi chiedo se fossero solo due gemelli, o se magari ce ne fosse qualcun altro piazzato in altre zone di Milano. O ancora potrebbe essere un unico esemplare, spostato ad un certo punto dal Lido a via Benedetto Marcello.
    Qualcuno lo sa?

  3. Matteo

    L’orso era (e penso ancora lo sia) presente anche ai giardini di viale Stelvio angolo via Paolo Bassi. Non so come si chiamino questi giardini ma noi li chiamavamo “i giardini dell’Orso” proprio per la sua presenza.

  4. Ida Cinzia Positano

    Purtroppo i giardinetti sono diventati una lattina e una discarica per tutti senza dimora, spacciatori, venditori abusi, il povero orso Marcello è meglio che rimanga riparato dai cespugli prima che lo usino per nascondere droga o usarlo come latrina.

  5. Francesco

    Nei primi anni ’70 ne ricordo uno in piazza Aspromonte, sparito dopo il “restyling” dei giardini.Potrebbe essere lo stesso ?

  6. Flavia

    Quando ero piccola tra gli anni 50 e 60, mi ricordo che questo orso di cemento era ai Giardini pubblici, dentro allo Zoo. Era orrendo come adesso, ma noi bambini ci giocavamo tantissimo, soprattutto lo usavamo come scivolo scartavetrandoci il sedere!
    Quando l’ho rivisto nei giardini di via Benedetto Marcello mi è scesa la lacrimina….
    Sinceramente sono contenta che i rovi lo nascondano perché altrimenti sarebbe già stato vandalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.