"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Direzionale – Un’idea per la Torre Galfa

Sul sito di Europa Concorsi è stato pubblicato questo progetto di J.m. Schivo & Associati per riportare in uno stato di efficienza la mitica Torre Galfa, abbandonata da diversi anni.

La torre, progettata da Melchiorre Bega nel 1956, è una pioniera dell’International Style. Faceva coppia col più importante e alto Grattacielo Pirelli e con esso avrebbe dovuto far parte del Centro Direzionale di Milano pensato nella zona che mai ha visto una concreta definizione.
La proposta è di trasformare la torre in un hotel a 5 stelle, ridisegnando l’edificio strizzando l’occhio all’architettura green ma senza stravolgerne troppo le linee eleganti. La soluzione è una doppia pelle: una nuova facciata più esterna per creare un’intercapedine che garantisca maggiore efficienza energetica; servirà anche per produrre energia pulita attraverso celle fotovoltaiche distribuite su tutta la superficie. Le pareti vegetali e il roof-garden panoramico, con ristorante e spa, nelle intenzioni progettuali, diffonderebbo nuovi messaggi nel paesaggio urbano. La progettazione delle camere segue lo stesso concetto. Materiali biocompatibili, forte presenza di acqua e vegetazione e forme lineari esprimono i concetti che hanno ispirato l’architettura di Bega, reinterpretata in chiave di eco-sostenibilità.

Speriamo che questa torre ritorni in vita; questo progetto non pare poi così male anche se stravolgerà la linea del vecchio edificio.

TORRE_GALFA-02_full TORRE_GALFA-03_full TORRE_GALFA-04_full TORRE_GALFA-06_full TORRE_GALFA-07_full TORRE_GALFA-08_full TORRE_GALFA-09_full
Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


One thought on “Milano | Centro Direzionale – Un’idea per la Torre Galfa

  1. Marco

    non mi convince…manca qualcosa…un nesso, quell’approccio che accende il desiderio naturale, quasi bramoso, di innamorarsi di una forma. Per quanto l’allestimento progettuale si sia limitato all’uso di due superfici vetrose, che dovrebbero illusoriamente dissolverlo, restituendo solo quelle caratteristiche che restituiscono la lettura estetica simile a quella del pirellone, attraverso l’enfasi delle linee soprattutto verticali…non so..c’è qualcosa che lo rende..senza musica. é come se stesse ancora aspettando una metamorfosi per diventare una farfalla. Manca di dinamismo, plasticità, di ritmo, non dà nessuna idea di movimento. Manca di poesia. Le due “pelli” avrebbero potuto essere lo spunto per poter mascherare il vecchio parallelepipedo con un pò di sprint innovativo e cinetico. Ma questa è una mia opinione. Sicusamente quando attraverserò melchirre gioia non lo guarderò allo stesso modo in cui lo guardavo quando emanava luce blu, mentre era circondato dalla foschia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.