"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Navigli – Muri ripuliti e no

Non siamo contro i writer. Ci sono street artist capaci di fare veri capolavori. Crediamo ci siano tuttavia luoghi dove murales o graffiti possano essere un vero valore aggiunto all’estetica di una metropoli, mentre altre aree andrebbero rigorosamente tutelate e preservate, in quanto patrimonio storico e culturale di una città. Tra i luoghi più martoriati in questo senso, ci sono senz’altro i Navigli: quasi ogni muro è deturpato da tag e altre scritte fatte con spray indelebile.
Da un certo tempo constatiamo che qualche condominio si è dato seriamente da fare per ripulire le facciate, spesso a proprie spese, dalle tracce di questi vandali. E’ poca cosa purtroppo, visto il problema dilagante. Una città pulita e ordinata sarebbe senz’altro cosa buona e giusta per cittadini e turisti.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


One thought on “Zona Navigli – Muri ripuliti e no

  1. buonsenso

    Peccato che il Comune non offra un centesimo a chi vuole ripulire i muri mentre offre 3000 euro per una manifestazione di writer che dovrebbero “riqualificare”due ponti sul Naviglio Pavese.Con l’occasione gli stessi(tra i quali uno ha imbrattato treni in passato) hanno esposto su un ponte uno striscione di natura politica propagandistico.Cos’è dunque?Politica fatta passare per arte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.