"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Ticinese – La poco conosciuta festa dei Re Magi

Epifania Corteo Re Magi Sant'Eustorgio Milano 1

Il corteo dei Magi che, il giorno dell’Epifania, parte da Piazza del Duomo e arriva a Sant’Eustorgio, è una delle tradizioni più antiche di Milano. Ma pochi sanno delal sua esistenza a Milano come nel resto d’Italia. Pochi sanno che a Milano si conservavano le reliquie dei tre re e che il Barbarossa si portò in Germania come un grande tesoro per riporle in una nuova cattedrale che diventerà una delle più grandi della Germania, quella di Colonia.

Pur sottratte le reliquie, i milanesi continuarono la loro tradizionale parata con le figure dei magi e degli animali. Parata che inizia dal Duomo per concludersi nella chiesa che ocnservava i resti dei Re Magi, Sant’Eustorgio. La sfilata del corteo dei Magi è uno degli eventi più antichi di Milano come dicevamo, ma che in pochi lo conoscono, anche se per fortuna vi assistono in parecchi lungo il percorso disponendosi ai lati.
Particolarmente entusiasti sono i bambini che gioscono alla vista degli elaborati costumi dei figuranti e degli animali che fanno parte del corteo.
Se questa festività fosse fatta in quasiasi altra città italiana sicuramente finirebbe sui giornali o ne parlerebbero i TG nazionali, Milano non è tradizione, è solo Moda, Affari e Modernità, pertanto pare non se ne occupi nessuno e così la festa passa un po’ in sordina (io la scopersi solo verso i 15 anni).
Infatti quanti sanno della presenza delle reliquie dei Magi riportate in parte a Milano grazie all’intervento dal Cardinale Schuster nel 1904.

Infatti nel transetto destro della basilica è collocato un antico sarcofago romano che conterrebbe, secondo la tradizione, le spoglie dei tre Magi che Eustorgio trasportò da Costantinopoli alla basilica di Santa Tecla con un carro di buoi che arrivati all’altezza della basilixa non vollero più muoversi. Come già detto, le reliquie furono trafugate durante il saccheggio delle truppe di Federico Barbarossa nel 1162. In parte restituite nel 1904, sono attualmente custodite nella teca posta sopra l’altare della cappella.

Il corteo parte ogni anno il giorno dell’Epifania da Piazza del Duomo, si ferma a San Lorenzo dove si trovano i figuranti che impersonano Erode e la sua scorta, e giunge fino a Sant’Eustorgio. Qui, sul sagrato, è allestito un palco con i personaggi della Sacra Famiglia, a cui i Magi portano i doni.
Al termine i discorsi delle autorità presenti e la possbilità di farsi fotografare insieme ai partecipanti al corteo in costume storico.
Tutti possono partercipare al corteo in costume, segnalando il proprio nome agli incaricati presenti in basilica al termine delle SS. Messe domenicali delle 11.00 in Sant’Eustorgio. Solitamente, le richieste vengono ricevute nel corso delle ultime domeniche di dicembre. I posti sono limitati alla quantità di costumi disponibili.
E’ importante sottolineare il carattere religioso dell’evento, che si conclude con la visita dei figuranti a comunità di anziani, intrattenuti con simpatia dai personaggi del corteo.

Per la cronaca, nell’area milanese c’è un’altra festa dedicata ai Re Magi, quella della cittadina di Brugherio, dove dal IV secolo sono custodite alcune reliquie dei Magi.

Infatti la leggenda narra che la sorella del vescovo di Milano Ambrogio (futuro Santo), Santa Marcellina, nel 353 aveva deciso di ritirarsi dal mondo dopo aver ricevuto la consacrazione dalle mani di Papa Liberio. Il fratello vescovo, pertanto, decise di donarle un suo possedimento fuori Milano, identificato nell’omonima Cascina di Sant’Ambrogio a Brugherio, perché vi potesse svolgere la sua vita contemplativa. Inoltre, per accentuare la devozione di Marcellina e delle sue consorelle, Ambrogio donò loro tre falangi dei Magi come segno di affetto e devozione.

2013-11-24 Sant Eustorgio 5 Epifania Tomba Re Magi Sant_Eustorgio Milano 1




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.