"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Risorgimento – Il BikeMi di via Gustavo Modena sempre impossibile da usare

La rastrelliera del BikeMi di via Gustavo Modena, in zona Risorgimento, è perennemente, sin da quando venne installata, assediata dalla automobili parcheggiate in seconda fila.

Sembra quasi una ripicca degli automobilisti abitanti del quartiere che si son visti, circa cinque anni fa, privare di una bella porzione di parcheggi.

Fatto sta che noi abbiamo più volte segnalato (201220122015) questa usanza del parcheggio vietato che impedisce spesso il prelievo o il deposito delle biciclette nell’apposita stazione.

Come sempre la preoccupazione di prendere una multa in questa città è inutile e quindi gli automobilisti parcheggiano le proprie automobili dove più gli conviene.

Bisogna dire che anche l’amministrazione quando decise di posizionare la rastrelliera in questo punto, eliminando qualche posto auto pare si sia veramente impegnata per creare disagio, quando sarebbe bastato posizionare le automobili nella vicina Via Castel Morrone, sotto gli alberi.

Chissà se mai vedremo rispettata questa postazione un giorno o l’altro.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


2 thoughts on “Milano | Risorgimento – Il BikeMi di via Gustavo Modena sempre impossibile da usare

  1. Anonimo

    Ma i vigili ? Con quello che costano alla collettività possibile che noi siamo in grado di rimuovere regolarmente le macchine di 4 incivili ?

  2. Fabrizio

    Un comportamento vergognoso che purtroppo si verifica in parecchie città italiane… probabilmente ci troviamo di fronte ad una mentalità particolarmente arretrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.