"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – La Piscina Cozzi l’istallazione di Maurizio Cattelan

In occasione della Milano Design week 2021, i suggestivi spazi della piscina comunale Cozzi di Viale Tunisia (Porta Nuova-Porta Venezia) ospitano BE WATER, una grande installazione site specific immaginata da TOILETPAPER, il progetto editoriale di sole immagini a firma dell’artista Maurizio Cattelan e del fotografo Pierpaolo Ferrari, conosciuto in tutto il mondo per la sua estetica surreale e fuori dagli schemi. Il progetto, promosso dal Comune di Milano e Milanosport, è realizzato in collaborazione con Desigual, brand di moda spagnolo fondato a Barcellona nel 1984.

Qui la storia della Piscina Cozzi.

L’immaginario onirico di TOILETPAPER contamina la monumentale architettura della piscina Cozzi che, progettata dall’ingegnere Luigi Lorenzo Secchi e inaugurata nel 1934 – in memoria del militare milanese medaglia d’oro al valore Roberto Cozzi –, è stata la prima vasca coperta in Italia, rappresentando un notevole esempio di tecnologia d’avanguardia.

Con questa installazione una fotografia nata per il magazine acquisisce una dimensione ambientale, diventando un gigantesco murale (246 m2 di superficie dipinta, con una base di circa 30 m e un’altezza massima di oltre 10 m) che domina il vasto spazio interno della piscina.

BE WATER si inserisce nello spazio della Cozzi esaltandone l’imponenza e fondendosi con l’architettura: il murale si sviluppa in due parti intorno al velario – una struttura in ferro con pannelli in vetro retroilluminati – che, attraversando verticalmente la grande parete di fondo della piscina, si caratterizza per una decorazione a motivi marini che richiama il mondo subacqueo (meduse, pesci, conchiglie, alghe). La realizzazione dell’opera è stata anche l’occasione per ripristinare l’originaria funzione di questo elemento architettonico, pensato per illuminare lo spazio unendo funzionalità e ornamento.

Nell’immagine una superficie “acquea” – la cui disattesa trasparenza innesca un inaspettato cortocircuito visivo – riveste totalmente il corpo di una donna distesa, lasciandone emergere solo le mani e il viso. La figura femminile, con una bellezza dal sapore retrò data dal rosso acceso del rossetto e dello smalto, rivolge il suo sguardo enigmatico verso lo spettatore, suscitando una percezione di spaesamento legata al suo indecifrabile stato d’animo.

Realizzata con una pittura altamente resistente all’umidità e in grado di mantenere nel tempo la brillantezza dei colori, BE WATER, dopo la straordinaria apertura nei giorni della Milano Design week (dal 7 al 10 settembre 2021, ore 10:00 – 18:00), rimarrà visibile per i fruitori della piscina fino a settembre 2022.

Referenze fotografiche: Comune di Milano

Tag: Maurizio Cattelan, Arte, Porta Nuova, Porta Venezia, Piscina Cozzi, Viale Tunisia, BE WATER, installazione, TOILETPAPER

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


2 thoughts on “Milano | Porta Nuova – La Piscina Cozzi l’istallazione di Maurizio Cattelan

  1. DaniB

    Scusate la domanda, ma i teli che coprono la volta non si possono rimuovere? Hanno un motivo funzionale per rimanere lì? Se non ricordo male la volta è a vetrate. Non sarebbe più bella ripristinata come all’origine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.