"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Portello – Cantiere parco Alfa Romeo: Giugno 2022

Praticamente completato il cantiere dell’ultimo lotto del parco del Portello. Si tratta dell’angolo meridionale del Parco Industria Alfa Romeo compreso tra viale Renato Serra e viale Alcide de Gasperi, rimasto incompleto sino ad ora.

I progettisti, Andreas Kipar, Charles Jencks assieme a Land S.r.l., progettarono un parco dalla forma particolare, con un’idea di base che è riferita alle ere della Terra.

Ricordiamo che il parco venne realizzato a lotti a partire dal 2009-10, sull’area omonima dismessa dagli stabilimenti dell’Alfa Romeo negli anni ottanta. La prima parte venne aperta ai cittadini nel 2011, successivamente un secondo lotto venne aperto nel 2015 e poi nel 2017. 

L’IPER MONTEBELLO S.p.a. ha così incaricato nuovamente LAND dell’ Arch. Andreas Kipar di redigere il progetto definitivo delle aree a verde per riqualificare e consegnare alla cittadinanza il lotto fortemente abbandonato, compreso tra Viale Serra a sud-est, Viale De Gasperi a sudovest e il parco a nord. Negli scorsi articoli avevamo seguito la creazione dei percorsi pedonali in sasso lavato a cura di Deltapav

Qui la spiegazione del progetto.

L’area è ancora interdetta ai cittadini sino all’approvazione da parte degli organi di competenza che devono verificare ogni dettaglio e sicurezza prima di dare il via libera al transito dei pedoni. Pertanto noi abbiamo potuto fare solo foto da oltre i cancelli di cantiere, ancora presenti.

Purtroppo lungo viale Serra i designer del progetto hanno scelto, per la lunga aiuola, la sistemazione tanto di moda in questi anni e che noi di Urbanfile continuiamo a sostenere sia assolutamente sbagliata, ovvero aiuola a raso che si mescola con l’asfalto del marciapiede e al posto del prato, più gestibile, cespugli di erbe, fiori e altro mescolato in un apparente stato naturale ma che risulta ricettacolo di sporcizie varie che di fatto, come si nota dalle foto, diventa brutto a vedersi.

All’angolo tra viale Serra e viale Alcide de Gasperi si trova l’altro ingresso che conduce alla parte centrale del nuovo lotto, dove si trova uno spiazzo pedonale e le panchine. A lato una rampa porta al livello superiore dove si trova una terrazza.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Milano, Portello, Parco, Giardino, Parco Alfa Romeo, Viale Serra, viale Renato Serra, viale Alcide de Gasperi

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


15 thoughts on “Milano | Portello – Cantiere parco Alfa Romeo: Giugno 2022

    1. Anima

      Come si legge nell’articolo il progetto del parco è opera di due architetti paesaggisti, tra i più quotati al mondo, Andreas Kiper e Charles Jencks…. Forse prima di esprimere giudizi sarebbe opportuno un minimo di informazione e di competenza specifica.

  1. Anonimo

    Ok ora non concentratevi tutti sull’aiuola a raso scaricando frustrazione come dei bimbiminkia qualsiasi dimenticando il parco, che è forse uno degli interventi a verde più interessanti degli ultimi anni, su!

    1. Adriano

      Allora i bimbiminchia non sono noti per lamentarsi ma al massimo sono le persone con un età più avanzata che si lamentano, e poi se questo è uno dei migliori interventi a verde degli ultimi anni siamo messi male, cioè una piazza in cemento con intorno cespugli e alberi, scusa ma dove è la parte interessante e innovativa? un’altro discorso è il resto del parco con il laghetto e la collina, quello si che è carino.
      Se non ci si lamenta qui dove lo facciamo secondo te???a casa davanti allo specchio?

    2. Anonimo

      E’ la frustrazione di vedere sempre rovinato tutto con scelte discutibili.

      Non tanto per lo specifico ma perchè quel tipo di aiuola ammorba un sacco di altri punti di Milano 🙁

  2. Mirco

    Bello che abbiano finalmente completato il parco, forse avrei usato più alberi ad alto fusto data la necessità di ombra di quella zona, ma ci accontentiamo del risultato.

  3. Giacomo Castelli

    ma chi è l’incivile che getta bottiglie per terra in città dove è pieno di cestini? qua il tema è culturale

  4. Und Tschüß...

    L’impianto d’irrigazione nella parte inaugurata nel 2012 è spento da anni, così come quello in Viale Scarampo ma non ho capito se è dovuto a: 1) all’ordinanza del… “sindaco” o 2) mancanza TOTALE di manutenzione, ma dato che in vicinanza dello specchio d’acqua c’è un “lago” dovuto all’irrigazione automatica fuori controllo propendo per la seconda.
    Avanti così sindaco!

  5. Anonimo

    E manca a corredo il delimitatore in altezza dei veicoli nel vicoletto a fianco del parco, ora transennato e me ne chiedo il motivo

  6. Paolo

    Ho più alberi io sul mio terrazzo di quanti siano piantati in questo presunto “parco”

    Un parco che non rinfresca, non genera ossigeno, non abbatte decibel con le fronde, e non diventa casa per alcun genere di fauna

    Come vuole raggiungere l’obiettivo di foresta mi la città di Milano?

    Davvero a qualcuno sano di mente verrebbe spontaneo andare a passeggiare in questa Landa?

    Lo si fa una volta per curiosità intellettuale dopodiché si Vira verso ben altri luoghi

  7. Fausto

    Avendolo davanti a casa ho seguito l’evoluzione del parco anno dopo anno. L’unica cosa sicura è la manutenzione che fa schifo! Esempio:le colonnine sos lasciate marcire,cadere e dopo un secolo non rinnovate ma solo rimosse. E il sistema di irrigazione a pezzi! Alberi e cespugli lasciati morire. E basta cosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.