"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Precotto-Adriano – Prolungamento Metrotranvia 7: luglio 2022

Aggiornamento dei primi giorni di luglio 2022 dal cantiere di via Tremelloni e via Adriano per il prolungamento della metrotranvia 7.

La Giunta di Milano ha approvato la spesa di 4 milioni e 410mila euro per le opere di bonifica necessarie per proseguire i lavori di prolungamento della tranvia 7, da via Anassagora al quartiere Adriano. 

Nel 2021, nel corso dei lavori di bonifica e messa in sicurezza dell’area, prima della partenza dell’intervento di prolungamento della tratta, è emersa la presenza di pietre contenenti amianto, mischiate e distribuite nel terreno di copertura della ex-cava, situata in prossimità di via Tremelloni. 

Dall’analisi dei campioni è risultato che il quantitativo di amianto trovato non permetteva la messa in sicurezza con il provvedimento autorizzativo di bonifica ottenuto precedentemente e che era necessario elaborare una nuova proposta tecnico-progettuale con un intervento di Messa in Sicurezza Permanente permeabile.  

Un intervento più complesso, che ha richiesto un nuovo progetto, approvato dall’Ats, e con un costo maggiorato rispetto all’opera originale.  

Per questo motivo è stato necessario deliberare un finanziamento aggiuntivo per la nuova bonifica, portando la cifra complessiva dell’opera a 7 milioni e 820mila euro. 

“I lavori per il prolungamento – spiega l’assessora alla Mobilità Arianna Censi – sono in parte proseguiti nel frattempo, ma hanno subìto ritardi dovuti proprio al ritrovamento di una quantità di amianto superiore a quella preventivata. Una doccia fredda per tutti, ma a cittadine e cittadini avevamo promesso che avremmo fatto in modo di trovare i fondi e deliberare il finanziamento non appena fosse stato approvato il bilancio. Ora può partire l’opera di bonifica e successivamente un prolungamento tanto atteso dal quartiere Adriano”. 

Nel frattempo la metrotranvia 7 ha anche ottenuto 86,3 milioni di finanziamenti dal PNRR destinati a tre nuove tratte, da piazzale Bausan a Villapizzone, da Fulvio Testi a Niguarda e dal Quartiere Adriano a Cascina Gobba. 

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Precotto, Quartiere Adriano, Crescenzago, Via Adriano, Metrotranvia, Tram, Tranvia, Via Tremelloni, Parco Franca Rame, Parco Sandra Mondaini e Raimondo Vianello

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


11 thoughts on “Milano | Precotto-Adriano – Prolungamento Metrotranvia 7: luglio 2022

  1. Anonimo

    Si ha un’ipotesi di data di arrivo a Cascina Gobba? Perché finché si fermerà in Adriano la potenzialità trasportistica di questa linea sarà a metà.

    Spero di poter usare questo tram qualche volta da Gobba, prima della pensione 😂

  2. Maurizio

    Dipende da quanto sei giovane, se vorrai andare da Gobba a Certosa dovrai attendere almeno 50 anni!
    Scherzi a parte, della metrotranvia 7 se ne parla da più di vent’anni, il primo tratto è stato inaugurato nel 2002, per i due chilometri in costruzione ci sono voluti 4 anni, per i restanti 10 chilometri… è meglio stendere un velo pietoso. Quando sarà finita probabilmente sarà già superata.

      1. Anonimo

        A me il tram da e per Gobba andrebbe più che bene invece.
        Si parla tanto di metro ma le stazioni della metropolitana sono profonde, ci devi scendere, passare i tornelli, arrivare ai binari..

        Il tram per spostamenti relativamente brevi è molto più comodo, più capillare e più piacevole da prendere. Se si agisse sulla velocità commerciale (limitando le auto, con corsie protette e asservimento semaforico) si migliorerebbe molto l’utilizzo e la percezione dei nostri bei tram.

      2. Andrea

        Poi uno si domanda perché tutte le opere che non sono la metropolitana impiegano i secoli prima di venire realizzate.

      3. Anonimo

        Le metropolitane hanno un costo esorbitante e si possono fare solo ci sono dei flussi che li giustificano, che non è certo il caso di Gobba-Adriano-Bicocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.