"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cinque Vie – Al via il cantiere per riqualificazione della Galleria Torino: agosto 2022

La Galleria Torino, nell’omonima strada cittadina nel distretto delle Cinque Vie, venne ricavata in un secondo tempo, all’interno del palazzo che occupa l’area tra via Torino e via degli Arcimboldi, e si vede, non ha un percorso lineare e le altezze sono quelle di un semplice negozio, per giunta ad un certo punto ci si trova davanti ad una colonna. Venne sistemata negli anni Novanta del Novecento, marmi colorati come andavano di moda all’epoca, controsoffitti e nuove vetrine. La Galleria Torino dovrebbe “condurre” le persone per lo shopping, unendo di fatto via Torino con via Mazzini attraverso le altre due gallerie, quella dell’Unione e quella di inizio Novecento, Mazzini.

Annunciato dal Comune di Milano, al via presto la riqualificazione per l’area compresa tra le vie Mazzini, Torino e piazza Missori, e in particolare per le vie degli Arcimboldi e dell’Unione. Nell’ambito dello stesso intervento verrà riqualificata anche la Galleria Torino, ovvero il passaggio interno tra via Torino e via degli Arcimboldi, da tempo ormai in stato di degrado e sostanziale abbandono.

Il progetto di recupero dell’area, in capo alla società Dieffe Srl, prevede la creazione di una media struttura di vendita, all’interno di un complesso edilizio a destinazione mista residenziale/commerciale/terziario. Per realizzare la nuova struttura, risultato dell’unione delle superfici già esistenti degli attuali esercizi commerciali e che ingloberà anche i 213,29 m2 della Galleria Torino, verrà estinta la servitù di passo pedonale diurno, oggi degradato e non più utilizzato come effettivo passaggio, accogliendo così anche il parere del Municipio 1.  
Il nuovo spazio commerciale manterrà comunque l’ingresso al piano terra e la funzione di attraversamento durante gli orari di apertura.

La riqualificazione delle vie degli Arcimboldi, per tutta la sua lunghezza (circa 75 metri), e dell’Unione, tra piazza Missori e via Falcone, avverrà a scomputo degli oneri di urbanizzazione, per un valore di circa 380.000 euro. Nelle due strade, corte e strette, dove possibile sarà eliminato il dislivello tra marciapiedi e carreggiata, regolarizzati tutti gli avvallamenti, inseriti i dissuasori del tipo ‘parigina’ e rifatto il manto stradale in granito bianco di Montorfano. Una risistemazione complessiva che garantirà anche passaggi – sia pedonali che carrabili – più sicuri e funzionali.

Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Google

Centro Storico, Cinque Vie, Via Rotino, Via degli Arcimboldi, Via Unione, Galleria Unione, Galleria Torino, Galleria Mazzini, Riqualificazione

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


4 thoughts on “Milano | Cinque Vie – Al via il cantiere per riqualificazione della Galleria Torino: agosto 2022

    1. Davide

      Io nelle vie Arcimboldo e Unione avrei messo il “petrone Milano”…c’è n’è in abbondanza nei magazzini comunali ed è ideale nelle viuzze strette del centro.

  1. Alberto

    Ste vie fanno cagare… o comunque ci sono vie che meriterebbero molto di più una riqualificazione con pavimento in pietra (quelle del quadrilatero)

    1. Paolo

      Ma se le opere di pavimentazione le fanno a scomputo degli oneri relativi agli edifici prospicienti alle vie Che senso ha ipotizzare priorità da parte del comune per ,”ben altre “zone?!😅😅😅

      Benaltrismo agogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.